Perduti (follia 34)

Perduti (follia 34)
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 17 di Ottobre del 2009
Considerando che oggi
sono io nell'angolo
stremato
dai miei quotidiani addii
nell'universalità
di un dolore
che sorprendentemente
corre brivido
nella schiena
sogno l'Aprile
risollevando
ricordi sempre più sbiaditi
inutili appigli
in notti che a nulla servono
se non sprofondare
in questa distanza infinita
persa bruciata dalla porta
lasciata
alle spalle
avventura
da dimenticare
nel vento
nell'abbraccio
bacio
ormai dato
svogliata speranza
nella strada
lasciata
in questa perdita
ricordate
non rimane nulla se l'ombra
di questo amore spezzato
distrutto
e troppo dimenticato
e rivedersi a nulla serve
se non capire
che gli istanti bruciano
la terra sulla quale commino
non sbocciate
mai
e poi mai
rose
per noi che siamo perduti ormai.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)