PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 08/10/2009
Vedo passare la gente:
la guardo bene,
non è la mia gente.
Poi mi connetto,
leggo offese gratuite,
non è il mio mondo.
Torno per strada,
urto un piercing,
m’ipnotizza un tatuaggio.
Ipotizzo un retaggio:
ero giusto trent’anni fa
quando ero piccolo.
Sarei voluto restare
un uomo del Novecento,
anzi, lo sono restato.
E il prezzo da pagare
è l’amarezza che provo
nell’essere fuori stagione.
Però ha un gusto speciale
il masochistico sapore
dell’insoddisfazione...
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)

Sai, si dice le cose cambiano ma i valori restano (per chi li ha) un saluto.

il 27/10/2021 alle 13:14