Pubblicata il 20/09/2009
potrei vivere ancora cento anni
non saprei ancora descrivere un solo momento di noi

non imparero mai ad alzarmi la mattina
non sapro leggere o scrivere

la distanza infinita
fatta di brividi che scorrono come il sangue
esprime messaggi di tutto quello che ci circonda

tutto quello che non sei più
lascia un malinconico ricordo in tutte le donne
che devo incontrare

per buttare via il veleno
che cresce dopo di noi

infinita gioia tremendo dolore
per quello che ho ed abbiamo vissuto
forse basta questo ad una vita per essere completa

come speranza vivere ancora
o viverti per sempre
mentre il tutto
diventa pesante
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

è vita. intensa, mi piace.

il 20/09/2009 alle 13:45

E' proprio cosi'....lo hai descritto benissimo.
Gioia e dolore...due facce della stessa moneta....come disse Gibram.

il 20/09/2009 alle 16:14