PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 18/09/2009
Un nuovo veleno -metallico
cielo- a graffi di stelle la pelle
straziante rimbomba l'assenza
di te (coreografia dell'eccesso:
.................un vecchio riflesso
.................d'incanti che duole
.............................nel petto).
Le forbici...............................
dure nel cuore.......................
.........le forbici.......................
.........del tuo lamento.............
scrosciante nell'alba d'argento.
............................................
Lama di luna calante...............
mannaia gelata.......................
un dolce sorriso di fata............
dai denti di puro diamante.......
............carnivori al morso.......
.............crudele del tempo......
passato..................................
.............................................
///Un lieve sussulto è bastato///
///////-un taglio di vento-///////
/e tutta una vita hai sbranato./
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

* per la poca originalità

il 18/09/2009 alle 16:09

Aveva fame?
Comunque ci piace.
Nonostante le rime...!
Elena

il 18/09/2009 alle 16:59

Meglio di nulla!
Ma essere originali comunque è troppo facile, alla fine annoia.

il 18/09/2009 alle 18:27

Era una cicciona!
Vi piace davvero? Bene, a me non molto. Comunque quelle che piacciono a me non vengono apprezzate, dunque è lo stesso.
Ci sono andato piano, con le rime... stavolta. Ma presto esagererò.
Grazie della visita, Elena

il 18/09/2009 alle 18:29