Jul
Pubblicata il 16/09/2009
I suoi parenti compunti ed impazienti
il vero amico trasparentemente triste,
raccolti dal silenzio per la lettura
del nuovo testamento.
Così il notaio alzò lo sguardo
al di sopra delle lenti e lesse
da attore consumato al ruolo
il de cuius pensiero
interrompendo un attimo il suo dire
con un sorriso tra il serafino ed il volpino:
"Mobili, immobili, titoli e terreni
ai miei diretti discendenti lascio,
al mio più caro amico,
quello che mi voleva veramente bene,
pane fragrante,
acqua di sorgente,
il dono inaspettato di sorrisi,
la forza di carattere,
l'amore dell'amore
e la pace del cuore.
Successe il finimondo!
Un putiferio scatenarono i parenti
non contenti,
conceder tanto ad un qualcuno
senza legame alcuno
e, a viva voce, pretesero
d'impugnar le ultime volontà
del caro estinto.
Con occhi lucidi ed un sorriso lieve
il suo amico ringraziò il notaio
ed uscì alla svelta,
urgeva il desiderio acuto
di respirare aria più pulita.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Un testamento "irreale", ma che ha la sua morale. A volte mettendo in risalto il contrario si evidenzia la realtà ed è più efficace. Ben fatta Jul.
Fabio

il 16/09/2009 alle 09:33

Splendido sapido affresco dell'umana insipienza, purtroppo assai diffusa! Molto partecipata Jul.
Salutoni.
max

il 16/09/2009 alle 11:03

Brava Jul per questi versi dai profondi significati,
troppo spesso ignorati. Alla materia viene dato sempre più valore dei sentimenti nobili dell'animo umano.
Ciao, helan

il 16/09/2009 alle 11:34

La mia migliore amica è morta tanto tempo fa, io non le faccio mancare mai una visita e una rosa, ma i ricordi di ciò che mi ha dato, e che ci siamo date, insieme al ricordo dei suoi capelli rossi non hanno prezzo, sono un valore infinito nel tempo e dentro me.. brava jul bel pezzo, fa pensare..Snow

il 16/09/2009 alle 13:57

Ah l'avidità degli eredi!davvero profonda questa tua!
lilli

il 16/09/2009 alle 17:36
Jul

Grazie Fabio zac!
Jul

il 17/09/2009 alle 21:16
Jul

Grazie Max, salutoni a te...
Jul

il 17/09/2009 alle 21:17
Jul

Ciao nobile Helan!
Jul

il 17/09/2009 alle 21:18
Jul

La vera amicizia non conosce l'usura del tempo e dell'assenza, ci arricchisce e consola nell'arido deserto del viaggio della solitudine.
Jul

il 17/09/2009 alle 21:19
Jul

Già, Jul

il 17/09/2009 alle 21:20
Jul

Scordare non è peccare ma rivoltare...
Jul

il 17/09/2009 alle 21:21

Davvero simpatica, :-)

smack
liz

il 18/09/2009 alle 21:11
Jul

Smack a te
giulia

il 19/09/2009 alle 11:13

Ha una morale.

il 27/09/2009 alle 20:24

jull selo farai te il testamento, ricordati di lasciarmi il quadro.
In riva al lago.
Troppo bello.
sUVVIA SCHERZO, PERO' IL QUADRO VERAMNTE A ME PIACE

il 27/09/2009 alle 20:28

jull selo farai te il testamento, ricordati di lasciarmi il quadro.
In riva al lago.
Troppo bello.
sUVVIA SCHERZO, PERO' IL QUADRO VERAMNTE A ME PIACE

il 27/09/2009 alle 20:28

ecco un vero poesia, complimenti

it makes you think, reflect and relive moments that many of us may of decided to forget about.

d

il 30/09/2009 alle 19:04
Jul

Thank you very much!
Jul

il 30/09/2009 alle 21:12

notevole morale per gli inconsolabili(!!!!????)parenti.un plauso all'amico vero!!!!sono rari ma ci sono.walter

il 01/10/2009 alle 18:11
Jul

Carissimo Walter, i veri amici sono lo zucchero ed il sostegno delle nostre vite, sono rarissimi ma esistono!
Un caro saluto, Giulia

il 01/10/2009 alle 20:04