Pubblicata il 10/09/2009
E nell'imperfetta linea dei pensieri
ho scorto occhietti nascosti
in formelle di marmo
o appesi dentro ad un manifesto

La luce giocava in buio ieri sera
si raccontavano morti di bimbi
ed intorno violoncello melodico
armonioso suono su cumuli di cenere

Le statue senza testa
imploravano memorie d'altrove
non c'era rabbia sullo scranno

E la bambola lacerata posta
per terra in un angolo
Lontano casette ammiccanti

La morte, imperava nascostamente.

- Bambini di Beslan-
Milano dall'8 settembre all'8 ottobre 2009 ; a cura di Vannetta Cavallotti
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Mi è arrivata violenta come una botta in testa.
Violenta a stordire il mio sentire.

Bellissima.
Un bacio, e un grazie.
D.

il 10/09/2009 alle 17:02

Un grazie e un bacio ricambiato

Smack
liz

il 10/09/2009 alle 21:52

Straziante e cruenta come può esserlo quando è la mano dell'uomo a seminare morte.
Un grrrande abbraccio
PapOrso

il 11/09/2009 alle 09:31

.. quando gli omicidi vengono taciuti
ed i bimbi sono le vittime sacrificali
di questo sporco mondo...

Ciao Papo
smck
liz

il 12/09/2009 alle 09:21

Certi fatti non dovrebbero accadere ma purtroppo non è così ...Dio abbi pietà di noi mortali.ciao liz felice di rileggerti.annarella.

il 14/09/2009 alle 11:34

Anche io son felice di rileggerti.
Un abbraccio a te
con smack
liz

il 14/09/2009 alle 11:54