Pubblicata il 10/07/2009
....Ovvero:l'alluce verde del cosmoniere

Trilobiti d'assalto
mi dirottano su
un pianeta ostile
e freddo.
Ghiaccioli di porpora
immoti da sempre
mi guardano curiosi.
Sabbia sdoffice
e corrosiva come
il bacio d'una vipera
disoccupata,
mi solletica
le piante dei
piedi ormai
radicati
come baobab.
Assaporo l'aria
sbarazzina dal
sapore di miele
d'acacia e inizio
a fruttare....

2006
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Bib frulliamo il ghiaccio per farne una fresca granita. FA CALDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
No il miele no appiccica troppo e poi fa ingrassare.

il 11/07/2009 alle 08:02

Trilobidi d'assalto ci dirottano su un pianeta freddo e ostile, la non serve la granita!

il 11/07/2009 alle 08:07

Decidi tu....Ciao

il 11/07/2009 alle 21:52

in tutta sincerità non credo di aver capito la tua poesia però sono convinto che lo scenario che hai cercato di dipingere voglia dire senz'altro qualcosa e siccome io sono tra quelli che se incuriositi perchè hanno voglia di novità,per favore puoi spiegarmi cosa vorresti dire,non tanto agli altri quanto a te stesso?walter

il 13/07/2009 alle 07:54

Non dico nulla!E' un nonsense.W LE PAROLE IN LIBERTA'.Comunque grazie per il tuo giudizio.Ciao

il 13/07/2009 alle 13:13