Pubblicata il 27/06/2009
Un macellaio faceva il macellaio
al macello comunale
ed era schifato
trent'anni schifati così.
Ma dai, ma perchè
gli dicevano i vicini di casa
sei sempre così schifato?
Ma guarda che belle bistecche
ti porti a casa la sera...
Figlio mio, lo rimproverava
la vecchia madre
sei sempre così schifato!
E si che il companatico non ti manca.
Ma lui era schifatissimo sempre più
d'accoppare bestie da macello
e come passione c'aveva un acquario
di pesciolini rossi
che ci faceva notte
a guardarli ed accudirli
finchè lo schifo prese il sopravvento
così ficcò la sua bella testa
da macellaio, nell'acquario
fino a morire.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

che brutta storia!!!

il 27/06/2009 alle 08:45

a chi lo dici! Pooovero macelaaaio!

il 27/06/2009 alle 08:47

ma tu, tu che mestiere fai?

il 27/06/2009 alle 09:21

il pittore per amore e per soldi, il poeta solo per amore.Nella poesia, e nell'arte in genere, la prima cosa da guardare è la forma, l'invenzione, cosa c'entra il contenuto? Oppure fai la macellaia?

il 27/06/2009 alle 10:32

io non la mangio nemmeno la carne, sono vegetariana,mi nutro solo di fiori..

il 27/06/2009 alle 10:50

io mi nutro solo d'aria purissima, altissima, di montagna tirolese doc, e c'ho il colesterolo alticcio, mannaggia!

il 27/06/2009 alle 10:59

Storia accattivante con finale bellissimo!!

il 27/06/2009 alle 22:11

grazzie bib, sei la prima che non ne rimane impressionata- schifata...o sei masculo? ora non recuerdo. ciao

il 27/06/2009 alle 22:30

Son masculo che non si impressiona alla vista del sangue.Ma che dire dei poveri pesciolini diventati orfani?Chi pensera' a loro?

il 28/06/2009 alle 21:51