Pubblicata il 23/06/2009
un gesto d’amore
piantare di vite un piede
curare un dolore
veder quel che succede.

rideva la frasca gioiosa!
ridenti mani rivolte al domani
spremevano acini a iosa.
ebbrezza immatura
beveva la tenera sorte
che succo, che frutto!
questo era il tutto!

non più bocche ridenti
non più fronde gaudenti
né grappolo maturo,
sparito è il futuro.

Mano sicura e forte
ora è sporca di morte.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

splendida e triste ,ma io colgo il nettare della tua poesia ciao cate

il 23/06/2009 alle 21:20

ciao cate
grazie del tuo commento
bacioni

il 24/06/2009 alle 07:18

ciao cate
grazie del tuo commento
bacioni

il 24/06/2009 alle 07:18

é davvero una bella poesia ma la tristezza fa pensare a giorni ed occasioni perdute .......ma la vite darà ancora nettare dolce vedrai
lilli

il 24/06/2009 alle 12:45