Pubblicata il 06/05/2009
Fu come una saetta guizzante
nel cielo furioso e tempestoso.
Come precipitare in un mare azzurro
senza fondo.
Fu come vedere un milione di stelle
baciare la terra.
Fu l'incrocio dei nostri sguardi,incontraci
capirci , smarrirci per non ritrovarci mai più.
Fu un istante,niente più,che poteva trasformare
la vita di noi due.
Fu un istante,niente più e poteva essere il più
grande amore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Ho sempre creduto nel colpo di fulmine.
Mi è successo una volta, anche se non ha avuto seguito...
Bella poesia.
Alessia

il 06/05/2009 alle 16:37

Quando va a buon fine è l'amore giusto.Grazie per il tuo gradito commento.Ciao.T-

il 06/05/2009 alle 19:50

Solo un istante? Che peccato! E' rimasto il dubbio di
quello che poteva essere...però è stato un istante
magico?...
Ciao
helan

il 06/05/2009 alle 20:00

Poteva essere il grande amore,quello che sogna tutta la vita e non si trova mai.Grazie del commento.Ciao.T.
ps: e continua a scrivere le tue deliziose poesie.

il 06/05/2009 alle 23:00

Sei molto dolce luce, grazie.
H

il 06/05/2009 alle 23:21

Ahi noi, quando ci tocca esaminare ciò che poteva essere e non è stato...Ed a chiederci di chi mai fosse la colpa o magari soltanto l'essere ciò che si è, che non combacia con ciò che è l'altra parte.

il 07/05/2009 alle 16:38

Anche filosofo?La verità è che non siamo mai sodisfatti di quello che abbiamo perchè pensiamo che forse meritavamo di più.In quanto alla persona giusta,da giovane,almeno io sognavo di trovare l'altra metà della mela ed ero convinta che in qualche parte del mondo, ci fosse.In realtà non esiste e ciò che si è fa parte del nostro vissuto.Grazie per il commento.Ciao.T:

il 07/05/2009 alle 19:40

e voi vi siete lasciati scappare questa occasione?o siete talmente pigri che una lumaca sarebbe un leviero oppure...?se non altro hai avuto la forza di farci stare in ansia e per curiosità,ha avuto un seguito poi? (sono impiccione)ottimo spunto per pensare.Mariwal

il 02/07/2009 alle 19:13

Non sei impiccione ma simpatico.Non ha avuto un seguito.Nello stesso attimo ci siamo guardati,capiti e persi.Un salutone.Teresa.

il 02/07/2009 alle 22:03

stolto è colui che per provare la cecità chiude gli occhi per finire in un burrone (mariwal) era da cogliere l'attimo fuggente per non pentirsene oggi o averne rimpianto e poi,l'altra metà della mela per caso era ancora acerba?sdrammatizziamo.un saluto walter

il 11/07/2009 alle 19:21

Sei un saggio....Non so se era acerba non ho potutp assaggiarla....Ciao.T.

il 12/07/2009 alle 00:19

Alle volte accade proprio così. Però non possiamo sapere cosa sarebbe accaduto se...
Il nostro cuore risponde all'istante, che mistero, magnifico mistero, se ci pensi. E tutto accade all'istante...
Con affetto
Fabio

il 24/06/2011 alle 17:37

Accade, nei momenti nei quali le cose non vanno, ti fai domande che non possono avere risposta...

il 26/06/2011 alle 08:51

Questa poesia è da colpo di fulmine..me ne sono subito innamorato!

il 14/03/2013 alle 15:53

Grazie del tuo simpatico commento,però succede veramente così anche se poi non c'è un seguito.Ciao.

il 14/03/2013 alle 17:35