PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 30/04/2009
Nel bel mezzo di questo certame

io ti vedo come cerere fragile

tra la scortesia della pioggia.

Nell'indecente splendore della notte

io provo la debolezza del silenzio

e mi lascio imbalsamare su di te.

Chi mai potrà immunizzarsi come fai tu

ai miei pensieri zoppicanti urlati sottovoce

quando mi lascio freddare dall'emozione.


Carlosbastos (dal faro 2009)
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Jul

E' una tonalità meravigliosa il biondo dorato rosso oro ed è prezioso il tuo pensiero in questo cromatismo perfetto.
Ciao, Jul

il 30/04/2009 alle 18:43

che di dici Carlito, proviamo a zampettare? dai riprenditi, ti prego!!!



POSSIAMO ZAMPETTARE

Eccomi
Amica mia
tra i nevai
per riscaldarti
dal gelo
degli scaltri..

Cosa ci manca
in questa vita?
Vuoi morire
ebbene
morirò con te..

Sai ..ho freddo
sto tremando
nella tempesta
..ma non ti mollo

Morirai.. si..
ma non prima
che io ti abbia
lasciato
qualche respiro
più.. di me..

riesci ancora a vedere?
guarda il cielo...
è così nero..
vuole rovinarci la fine
anche questo!

Ricordi quanti tramonti
nelle nostre poesie?
…si stanno allontanando
per sempre…

e le scie sul mare..
le lampare…il faro..
.. poi i nostri gabbiani..
..si stanno sbiadendo..

L’odore del pesce…
Il timido albore
l’aria fresca.. la pioggia
i colori dell’autunno
..tutto sta svanendo



Sai..
anche le cose brutte
..mentre moriamo...
capisco che…
facevano anche loro
parte della vita..

il dolore che angoscia!
…però ci faceva lottare
ci rafforzava…

ricordo quando vidi
una rondine..
con un’ala spezzata
..non volava più..
ma cercava cibo
e zampettava veloce!!

sentimi…
io uno spicciolo
di forza
ce l’ho ancora dentro..
e tu?

Che ne dici
di non morire
proprio oggi?

Con questo cielo nero poi!

Carlos Sbastos"

il 01/05/2009 alle 11:47

Non morirò proprio oggi..
amico mio..
ho patteggiato un compromesso con la vita

Ci sono troppe rondini azzoppate
Voglio svuotare gli ospedali dei volatili feriti

Voglio curare con aliti d’amore
’ultimo gabbiano
riverso sulla battigia...
stremato ha trasvolato
oceani di solitudini…
ansioso di sabbie fini
e…di terre ospitali.
di bianche gabbanelle
invaghite di cieli ...
No, amico non morirò stanotte
Forse stanotte sono nata…
con una nuova speranza nelle vene.

Accenderò una lampara
che illumini la mia nascita

Sarò un fiocco rosa
sul portale della Vita…

il 01/05/2009 alle 11:56