PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 27/04/2009
Brillavano i cipressi compressi,
multiformi,
disposti a filari
sembravan rari.
Tremavan le foglie,
quando sotto
passeggiavamo
mano nella mano,
dopo tu dovevi
partire lontano.
Lasciavi emozioni sospese
con sorprese.
Sapevi di sale e di sole
di sangue e di tormento,
il tuo viso rugoso
era quasi spento,
mentre soffiava un forte vento.
Soffiava
lunghi Km di malinconia,
perche' tu te ne andavi via.
Lasciavi che tuo figlio
cresceva diverso
e tu piangevi
il tuo amore ormai sepolto
e perso.
Io da amica
ti stringevo la mano e ti rincuoravo,
perche' sono un umano.
Ti sentivo vicino
e donavo un dolce sorriso
a te e al tuo bambino.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

una gran bella poesia a tratti semplice a tratti ricercata... cmq sia mi è piaciuta

il 28/04/2009 alle 22:32

una gran bella poesia a tratti semplice a tratti ricercata... cmq sia mi è piaciuta

il 28/04/2009 alle 22:33

Ma sai che mi è veramente piaciuta, ti dico che l'ho riletta più volte ed ho avuto una strana sensazione di deja vù. "il tuo viso rugoso era quasi spento" "io da amica ti stringevo la mano e ti rincuoravo" "passeggiavamo mano nella mano dopo tu dovevi partire lontano" è strano ma questi versi ed altri è quasi come se li avessi scritti io, sono dei miei ricordi lontani. E' quasi come se tu me li avessi letti nel pensiero. Molto bella. Ciao. Giorgio

il 02/05/2009 alle 21:28