PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 01/04/2009
La quaglia non raglia
nè mangia la paglia
e nessuna steppaglia
solo tra questa se la squaglia
-L'arguto grazioso coniglio
non dà alcun consiglio
specie se è un figlio
scappa e dice non voglio
-Oh! gli animali
a difendersi sembrano uguali
dai gatti ai maiali
ma alcuni in dileguo hanno ali
-Gli eruditi umani
da ballerini a nani
hanno tutti prensili mani
ma molti sembianze caimani
-Seduto su lercio banco
il poeta è triste e stanco
con una spina nel fianco
ennesimo amore in bianco
-Sol'intento è cialtronare
senza più voglia di sognare
tantomeno di lavorare,
unico sollievo è sproloquiare
-Son versi d'un uomo perso
non ispirati da cielo terso
ma da un dolore sommerso
sempre uguale mai diverso
---------------------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)