Pubblicata il 06/03/2009
Sepolcri spogli e freddi
da dove i colori cercano
di fuggire lontano.

Ghiaia che geme sotto
i passi leggeri di chi cerca
ricordi e momenti di vita.

Pensieri e lacrime calde.
Tormenti passioni rimpianti.
Rimorsi e speranze: silenzio.

E non ci sono risposte
alle mille domande, ai perché
lasciati in sospeso.

E’ solo respiro e vagare
di menti in immense
distese di pace.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Da dove l'hai riesumata questa bellissima poesia?
Brava maldestra
Cari saluti
Y

il 06/03/2009 alle 14:27

Musica per le mie orecchie
e anche quella mia solita
estetica sete maledetta
è stata appagata dalla te
cara Maldestra

i miei complimenti e GRAZIE

smack
liz

il 06/03/2009 alle 14:30

Ti ringrazio York per il generoso commento. Mi è venuta così ieri, in una giornata uggiosa piena di malinconia e rimpianti. Grazie davvero. Un carissimo saluto a te. m

il 06/03/2009 alle 14:56

Grazie a te Liz: sei davvero gentile a commentare così queste righe. Era tanto che non mettevo più parole mie qui: sono contenta ti siano piaciute. Un abbraccio con affetto. m

il 06/03/2009 alle 14:58

Interessante notare come un sepolcro, così ben cantato, possa ridarmi la vita.. ;-)

PS scusa l'errore di battitura nel mio precedente commento

Smack
liz

il 06/03/2009 alle 16:03

sai Liz, non credo che il tuo benessere emotivo dipenda dalle mie parole, ma piuttosto dal desiderio di pace e serenità che possono averti suscitato. credo che qualche volta abbiamo bisogno di una pausa di riflessione e che il desiderio d'introspettività prema forte in questi momenti convulsi. un cimitero è un luogo di quiete, un posto dove possiamo farci un esame di coscienza e rivedere momenti della nostra vita, cercando di sentirci più vicini a chi non c'è più. senza volere risposte per ciò che non è stato o avrebbe potuto essere. soltanto per essere in pace con noi stessi.
ancora un abbraccio

il 06/03/2009 alle 16:16

Ho passato infanzia e parte dell'adoloscenza in questi luoghi pieni di tutto,così silenziosi e paradossalmente vivi
i miei pellegrinaggi lì, ora sono molto meno numerosi ma sempre sentiti
e le pause di riflessione sono ogni volta iniziate da lì

Se vuoi puoi leggerti la mia "prima di parire"
a questi luoghi dedicata, mi farebbe davvero piacere conoscere il tuo punto di vista.

Un abbraccio
liz

il 06/03/2009 alle 16:24

Molto bella! Nel suo ruolo di triste momento e di domande senza risposte, apre un varco di luce di speranza e di pace. Ciao è molto che non ci sentiamo, un abbraccio. Giorgio

il 07/03/2009 alle 08:55

Pensieri e lacrime calde.
Tormenti passioni rimpianti.
Rimorsi e speranze: silenzio.

E non ci sono risposte
alle mille domande, ai perché
lasciati in sospeso.

il 01/10/2009 alle 09:59