Pubblicata il 04/03/2009
Tremava la notte
di silenzio infranto
dal tocco intenso
di tasti ingialliti
di un vecchio Bechstein.

Le note scalavano
muri d'edera esausti
a difendere finestre
dall'assalto della luna.

L'abito di seta rossa
sfiorito di passioni
ormai grevi di anni
si rianimò,
scosse le pieghe,
profumò l'aria
di cera di candele e patchouli
e danzò lieve,
sulle palbebre dolci di sonno,
il ritmo di un antico walzer.

Per Resi
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)

Romanticissimo, il tuo sangue viennese...
Belle e tenere visioni in quel ballo notturno di passioni rinate...
Liebe Heimweh...
Bussi
Ax

il 04/03/2009 alle 09:08

L'ultima strofa è di una bellezza danzante,
molto immaginativa e figurativa nell'insieme,
ritmica nella cadenza dei versi,
più musicale e scorrevole, a mio avviso,
rispetto le ultime, e non tanto per le metafore,
ma per la scioltezza dei versi.
I miei migliori saluti lilli
Y

il 04/03/2009 alle 09:08

sehnsucht nach meiner oma resi......
bussi
lilli

il 04/03/2009 alle 12:01

un ricordo di origini e di figure familiari ormai perse nel tempo.....
ciao caro yorck

il 04/03/2009 alle 12:03

apprezzo lo smoking, adatto ad un giro di walzer.grazie del tuo gradito passaggio
lilli

il 04/03/2009 alle 12:04

Bella l'atmosfera viennese che hai creato con i tuoi versi scorrevoli, dove aleggia romanticismo.

Un caro saluto
helan

il 04/03/2009 alle 12:25

Saporit calice di sangue viennese dal quale disseto la mia voglia di sublime poesia...
Bravissima.
Un abbraccio.
Luca

il 04/03/2009 alle 13:39

grazie per il sangue viennese.....
lilli

il 04/03/2009 alle 14:23

grazie del passaggio gradito
lilli

il 04/03/2009 alle 16:47
Jul

E' una bellisssima poesia, m'incanta la quartina: le note scalavano...
Complimenti un,due,tre, un,due,tre!
Jul

il 04/03/2009 alle 18:20

Un bel giro di walzer, magari a Vienna, in un vecchio salone di qualche antico palazzo
un abbraccio
lilli

il 04/03/2009 alle 18:36

Un bel giro di walzer, magari a Vienna, in un vecchio salone di qualche antico palazzo
un abbraccio
lilli

il 04/03/2009 alle 18:38

Tutta la poesia è bella,ma il finale sulle palpebre dolci di sonno...mon dieu!
Chapeau bas,madame.
Un saluto
Viridiana

il 05/03/2009 alle 14:55

merci madame ou monsieur?
Chapeau bas à vous!
lilli

il 05/03/2009 alle 18:25