PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 24/02/2009
Striscia arancio fra gomme
Vigne ritorte in tondo aragosta
Era tempo che scoccassero le cinque ore
negli occhi grigi di riso
Sorpresi in un bianco ciuffo
cadevano abbracci
e temevo l’addio
fra le mani limoni maturi
e strade tortuose nell’allontanarmi
Di te spaccavo gli sguardi lucidati di luce
sebbene non riuscissi a credere
che il fuoco bruciasse nei prati
Stringevo respiri nelle piccole tasche
e una solida zolla di terra rivoltata
che il trattore detestandola,
l’aveva amata.
Perfetto stavi nel sole
Dedicandomi un bacio
.................................................§Nightingale
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

bella poesia, mi ci trovo

il 24/02/2009 alle 09:07

Grazie per il tuo commento Luciano.Ciao!
Nightingale

il 24/02/2009 alle 09:10

versi di grande spessore, dipinti come un quadro in rilievo...
Un caro saluto
Axel

il 24/02/2009 alle 10:29

Grazie.Ciao Axel....

il 24/02/2009 alle 10:31