Pubblicata il 09/02/2009
“Vieni, anima dannata, con me,
fuggiamo dalla città in fiamme,
e andiamo nella campagna
a vedere i fiori che sbocciano,
e ad ascoltare il profumo dei mandorli in fiore.

Qui saliremo su come colombe in cielo aperto
per un viaggio intorno a noi,
e poi in un terreno di beatitudini ci abbandoneremo
come lucertole sotto i raggi caldi del sole,

Con me toccherai il confine
dove cielo e terra si congiungono
per aprirsi al mondo delle anime.

Vieni, anima bella, vieni con me,
ascolta, per noi, il vento dell’amore
sta cominciando appena a levarsi,
sporofonda in questo profumo,
spofondaci profondamente.

Presto qualcosa ti avvolgerà lentamente,
il suo effluivio giunge a passi felpati,
come i suoi petali che quando lì tocco
mi pare di sentire la di lei pelle sotto le dita,
come presenza di tangibili ricordi.

Vieni con me fra i mandorli in fiore
a metà fra cielo e terra,
dove dentro il profumo ci getteremo come dentro la vita”.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

"Con me toccherai il confine
dove cielo e terra si congiungono
per aprirsi al mondo delle anime"

stupende parole di chi si dona completamente alla sua parte di cuore.

"come i suoi petali che quando lì tocco
mi pare di sentire la di lei pelle sotto le dita,
come presenza di tangibili ricordi."
qui..riesci a sentire la sua pelle toccando i petali che sono di una delicatezza inimmaginabile..ma con questa tu immagine riesco sentire la morbidezza..

Troppo bella...delicata e immensamente eterea questa tua poesia..sarà che io adoro il madorlo...sarà che hai dipinto questa poesia con un alone di "impressionismo"...
Sei bravo Yorck...sei bravissimo..
M'inchino davvero...
Ciao
Klavier

il 09/02/2009 alle 09:05

Una poesia al di fuori della realtà, bella, intima,
che rivela un sentimento dolce, impalpabile e
tangibile insieme.
Quello che mi piace di più è quel chiamare "anima bella" la donna dei tuoi sogni. Sembra che tu la
voglia idealizzare, essendo l'anima immortale e
al di sopra di ogni bassezza.
(anima dannata perchè stava nella città in fiamme?)
Molto bella e calamitante come tutte le tue poesie.
Superfluo dirti che sei bravo, mi ripeterei.
Un caro saluto
helan

il 09/02/2009 alle 10:01

Carissima Klavier. Ti ringrazio di cuore del tuo commento specialissimo,
dove addirittura vai a cogliere le analogie fra una poesia e l'altra.
Sodo davvero contento che tu possa leggere le miei poesie,
i tuoi commenti sono per me fonte di conoscenza
e di grande gioia.
Ciao K
Y

il 09/02/2009 alle 12:29

Carissima helan, ti ringrazio per le tue parole preziose, per la tua lettura che mi è sempre di conforto.
In effetti io ho la tendenza, sia nelle poesie,
sia nella realtà, a idealizzare la donna. la donna in generale,
e per me significa proprio colei che sta "al di sopra di ogni bassezza".
Poi l'immagine dell' "anima bella"
che appositamento la richiamo
così per differenziarla dall' "anima dannata",
quella che vive, direi, nella bassezza.
Anche se poi è la stessa persona, in parte dannata,
legata alla terra, in parte bella e idealizzata,
legata al cielo.
Ti ringrazio ancora per i complimenti.
Ciao
Y

il 09/02/2009 alle 12:41

immagini dolci,un trascinante incalzo verso il confine dove cielo e terra si congiungono,se mi permetti un piccolo appunto non mi piace molto "la di lei pelle" che sembra ricordare un certo tipo di linguaggio legale...
ma la poesia è gradevole lo stesso.ciao
lilli

il 09/02/2009 alle 12:56

I miei non sono complimenti è la realtà di quello che penso e poi i tuoi versi così dolci, così stupendamente romantici fanno sognare ad occhi aperti ed il cuore si delizia ogni volta.
Ciao romanticone.

il 09/02/2009 alle 13:05
ram

Finalmente nei tuoi versi
leggo la voglia di speranza
che rappresenti con il fiore
del mandorlo.
Questa volta ricerchi meno
le parole per acquisire uno
splendido slancio idilliaco.
Il tutto si può raffigurare
come in un quadro di Van Ghog.

La tua poesia è "vitale".

Complimenti
Ciao Davide :-)

il 09/02/2009 alle 13:07

..la mia natura romantica è in effetti la sostanza della mia vita..
Una volta ho scritto una poesia che non ho mai pubblicato,
e che qui ti riporto, in cui associo alcune importati epoche storiche
a delle tappe della vita:
"Pure io ho avuto la mia Grecia
all’origine del primo pensare,
sono stato un giorno innamorato,
passando lento dal medioevo,
poi le prime ardue rivoluzioni,
e infine sono giunto e oltre
non sono più andato
al romanticismo della mia vita".
Ebbene, qui "le prime ardue rivoluzioni" sono l'adolescenza,
oltre la quale sono giunto in un romanticisimo
particolarmente lungo,
talvolta disincantato, talvolta messo da parte,
quando tramonta la mia vita è come se si spegnesse!
Ciao helan...e grazie del romanticone!

il 09/02/2009 alle 13:23

Grazie mille lilli, mi fa piacere che ti sia stata cosa gradita.
L'aggettivo "trascinante" l'ho apprezzato particolarmente.
"la di lei pelle" è vero in parte ricorda il linguaggio legale,
ma io, ogni tanto, nelle mie poesie inserisco
brevi espressioni stilnovistiche,
quasi come per voler mantenere un legame con la tradizione classica...
Grazie ancora
Ciao
Y


il 09/02/2009 alle 13:33

Wow, grazie davvero Davide per il tuo commento
poliedrico e gratificante.
A presto
Ciao
Y

il 09/02/2009 alle 13:36

Anch'io, sin da adolescente sono stata una romantica, col passare del tempo, ho avuto alti e bassi anche perchè non ho trovato altrettanto romanticismo in chi mi stava vicino.
Ultimamente ho aperto un poco le porte a quel romanticismo e quella passione che avevo messo
in un angolo e ho scoperto che "una fontana fluìa
dentro de mi corazon, manantial de nueva vida, que vienes hasta mì y es la cosa màs hermosa del todo mundo".
Ciao Yorck e grazie sempre

il 09/02/2009 alle 13:44

Grazie cara Alessandra, sei motlo gentile..
Sono felice che ti sia piaciuto
questo invito alla vita
Un carissimo saluto
Y

il 09/02/2009 alle 20:29

ti riconfermi, poeta, aedo, menestrello, cantore con un testo scorrevole, coinvolgente, alla Rostand...complimenti...ciao...gianni

il 12/02/2009 alle 18:23

Grazie mille gianni per la tua attenzione.
A presto
Saluti
Y

il 12/02/2009 alle 21:55

In viaggio a due...verso il mondo delle anime....
Giovanotto, poeta sensibile ed educato...sei
bravissimo.
Ciao,
Vitale

il 16/02/2009 alle 15:16

Grazie mille Vitale per i tuoi complimenti.
Mi piace ritrasmettre i miei sentimenti,
e poterne farne sentire appena l'odore.
Ciao
A presto
Y

il 16/02/2009 alle 15:30

Ancora i petali... questa immegine mi piace da morire... Ancora bravo... ciao un bacio grande
Luna

il 23/02/2009 alle 22:15

Sei davvero molto carina Luna e gentile
Ricambio tutto
Y

il 24/02/2009 alle 18:19