dck
Pubblicata il 06/02/2009
il gioco della persa identità
ha un nome roco e illuminante
eppure non ricordo quasi niente
e adesso, senza squame

affondo nella sabbia

Eppure nulla è più romantico
della licantropia dagli occhi malinconici
le forme che si abbassano sugli archi
di denti che non ti fanno male.

Il resto rimane quieto sotto i ponti
non reggo più la loro mansuetudine
costringono le mie inquiete braccia
a liberarmi dall'immobilità di creta

e a proiettarmi schizzato su quel muro, dove ci sono scritti i nomi, i luoghi, e i tempi, di un idea davvero allucinante.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Carissimo
ti senti un grumo di sangue?
interessante prospettiva.
Come sempre la tua poetica cattura la mia curiosità perchè così criptica che lascia al lettore l'interpretazione pressochè totale...

addirittura la tua chiusa mi porta in un luogo che è il muro della fucilazione di Auschwitz Birkenau, ma anche all'interno di alcune baracche , adibite ora alla memoria, dove nomi, fotografie , immagini e scritti, nn potranno mai farci dimenticare..

Smack
liz

il 06/02/2009 alle 10:13

Il mondo ha iniziato a peggiorare quando abbiamo perso squame e branchie. Ma la licantropia... ah, la licantropia...
Bello leggerti, sei una delle poche (pochissime???) buone ragioni di ph...

il 06/02/2009 alle 11:06
dck

Mah ti dirò, non mi dispiacerebbe poi tanto, così rosso nerastro, mi si addirebbe.
Il muro che immaginavo non aveva quella importanza o meglio ce l'ha ma non ha il peso di quella tristissima storia.
Bye and Thank U Liz
Dck

il 06/02/2009 alle 11:24
dck

e anche 'ah la tauromachia!'
Grazie anche perchè Tu sei una delle rare (rarissime $%&) menti asimmetriche di ph ***

il 06/02/2009 alle 11:29

sempre intensamente proiettato verso l'oltre,
piacere rileggerti
Lunaa

il 07/02/2009 alle 17:10

bravo ,anche sul muro ma di tuo ,un abbraccio cate

il 07/02/2009 alle 23:26

:-( questa l'avevo persa,mi era sfuggita..uffi..
non so bene perchè ma questa tua,mi ha riportato in una parte di O.R. ---sensazioni,forse mi si è riproiettata dinanzi 1immagine in particolare..mah..chissà cosa volevi invece dire con questi versi...;-)
bacino!

il 19/02/2009 alle 19:57
dck

Mah ti dirò
sono comunque il complesso di tante sensazioni
ma il via me lo ha dato il fermo immagine di un film "Van Helsing" quando il protagonista trasformato in uomo lupo, non fa in tempo a tornare normale ed uccide la donna che ama.
Quando se ne rende conto, gli occhi di quella bestia licantropica, così grossa e paurosa, diventano di una malinconia e sofferenza indescrivibile ...
Au Revoir!

il 22/02/2009 alle 14:28

davvero bella questa dck....la licantropia malinconica mi ha estasiato...ma tutto il testo è avvolto da un tono davvero particolare e bello, complimenti, andrea.

il 28/07/2013 alle 17:26

bella.mi era sfuggita questa!

il 10/03/2014 alle 21:18
dck

Grazie fiore, è un piacere che ti sia gradita

il 11/03/2014 alle 11:48