Pubblicata il 27/01/2009
Breve messaggio in atmosfera variabile
annuso destini rifatti
sul crinale dell'onda
ovvio saltellare lo squilibrio
comporre le doppie in tripla fila
sfilacciato narciso retrovisore
il cantico degli equini nitriti
senti la distensione del ponte levatoio
riempi le fornaci di polluzioni asettiche
inferni pedonali a listelli
nell'ammansito deretano perenne
vieni miseria suina
attorciglia il tuo petalo alla mia coda
e vasti in quale orizzonte
compiono l'usuale tragitto
senza sottotitoli a perdere
i cavalloni bardati.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

la trovo un tantino ampollosa e deviante con metafore abbastanza stridenti, alcune di esse sono bene incentrate
feliz dia
Ladylù

il 27/01/2009 alle 11:12
ram

Poetica e degna i versi
...nell' ammansito deretano pernne
vieni miseria suina...
esplicito da far pensare
il gesto del calcio per come lo
desrivi bene.

Bella
ciao Davide

il 27/01/2009 alle 14:06