Pubblicata il 19/01/2009
Il buio di questa notte
illumina il silenzio.
Desiderio di partenza
passione per la solitudine
amore per la terra.
Come ascoltare una voce
che sale dal profondo,
involarsi per quella regione
- meravigliosa -
dove la sofferenza
non arriva mai.
Dove i sogni più audaci
diventano realtà
dove posso lasciare la terra,
librandomi nell'aria
- senza sforzo -
leggero come foglia
trasportata dal vento.
Questo mare m'invita,
mi attardo alla sua riva
calmo, o sconvolto dalla tempesta.
Nel gemito della marea,
nel mormorio delle onde
che si infrangono ai mie piedi
sento il suo richiamo
al ritmo della vita
in danza di fate,
- di sogni -
mi lascio trasportare dal vento
poi ritorno
a fronteggiare la burrasca
- immobile -
con le ali spiegate.
Il mare è uno specchio,
antico,
custodisce, inviolabili,
segreti d'amore.
Guardandolo nella sua acqua
indovino le cose del tempo
il vuoto infinito
dove giace la gioia.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Te la voto questa!!!! bravo!!!

il 19/01/2009 alle 15:59

Gran bella poesia, Nella solitudine si possono intravedere cose che nella vita quotidiana sfuggono, il mare, poi, invita sempre alla riflessione e alla consapevolezza.
un caro saluto
lilli

il 19/01/2009 alle 16:01
ram

Particolare il blu della notte unito al mare, per me una novità. Attento il mare custodisce pre sempre i suoi segreti. Sugestivo e colorato il racconto. Bella ciao ram

il 19/01/2009 alle 18:35
Jul

Questo mare così amato,così narrato, così poetato!
Jul

il 19/01/2009 alle 20:36