Pubblicata il 29/12/2008
Sullo schermo un tizio
cominciò a sparare
roteando le colt
contro il vibrare di foglie
i palmi spellati
confusi al colore del legno
caldo dell'ultima corda
pareti incurvate
nell'alluminio dei barattoli
e rivoli d'agua ardiente
sborniava gli astanti
chi tentava scappatoie
era preso al lazo
e marchiato a vitello
i giorni inesorabili
impolveravano il deserto
ho visto sbiancare il bandito
tra le difese dei cactus
e la notte scoppiare
in orgasmi a raggera
overdose di stelle
in controfigura.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

metafora della vita che assomiglia sempre di + ad un western...... la chiusa è davvero splendida!
ciao
lilli

il 29/12/2008 alle 10:00