Pubblicata il 25/12/2008
Cala la luna... le umide fronde
si scuotono all'aria che si diffonde.

Si accendono lenti i primi albori,
brilla la rugiada su freschi fiori.

Si ode lontano un suon di campana
vago ricordo di vita lontana.

Un groppo mi prende su per la gola,
non credo che esista una vita sola.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

sempre così delicati i tuoi scritti!
un caro saluto
lilli

il 25/12/2008 alle 19:58

Velatamente un rifiorir di vita ritmato dalle campane.
Un grrrrrande abbraccio natalizio
Cesare

il 25/12/2008 alle 20:09

Fresca , fiorita e piena di speranza.

il 25/12/2008 alle 21:29

Fresca , fiorita e piena di speranza.

il 25/12/2008 alle 21:29

Grazie lilli, sempre gentili i tuoi commenti. Salutoni. Giorgio

il 25/12/2008 alle 22:34

Grazie per le tue belle parole e ricambio grande abbraccio natalizio! Giorgio

il 25/12/2008 alle 22:35

Bellissime le parole che mi scrivi e che mi ridonano giovinezza! Grazie e ciao. Giorgio

il 25/12/2008 alle 22:36

Essenzialmente bella, elegante, graziosa, profonda! Ed era un po' che non leggevo una poesia con delle rime baciate, anzi di più: abbracciate!
Yorck

il 25/12/2008 alle 23:19

Sono contento di ricevere i tuoi molto apprezzati commenti. Sai entrare nel vivo della lettura e cogliere i significati più reconditi. Un caro saluto. Giorgio

il 26/12/2008 alle 09:23