Pubblicata il 21/12/2008
Oltre quegli steli verdi che sanno di lavanda,
a rimirar lungi dalle stelle la loro luce faceta
che fluttua dolcemente senza meta, tu ed io,
tra inconfondibili silenzi e gremiti colloqui,
sprofonderemo nella notte, e con tappeti di seta
incustoditi eremi e popolati cammini varcheremo.

A ridosso di quel cespuglio dai fiori violetti,
dal loro calice di petali a forgiare merletti
e ghirlande per le amene e languide sere,
tu ed io, e risalire per l’aere d’un bel sogno
e poi degradare lungo l’esile scia che presto
ogni tuo incantevole gesto traccerà per me.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Ho letto questa tua prima poesia, è molto bella. Hai ragione i nostri stili si assomigliano verosimilmente fin nei minimi particolari. Nel leggerla mi sembrava quasi di averla scritta io. Credo che ti leggerò sempre. Auguri di Buon Natale. Giorgio

il 21/12/2008 alle 22:18

Un commento davvero illuminante per chi volesse
comprenderne i poli entro cui l'ho collocata.
Anche il riferimento a d'Annunzio è, tutto sommato, tematicamente rilevante
E poi grazie per il giudizio.
Un saluto
Yorck

il 07/01/2009 alle 20:47

La stima è senz'altro reciproca.
Grazie
Yorck

il 07/01/2009 alle 20:48

Sono andato a rileggerti questa perchè i poeti bisogna gustarli sin dall'inizio...per capirli meglio.

il 20/02/2009 alle 09:25

Capisco il tuo messaggio...
Ma non tutto è decifrabile nelle poesie.
Le possiamo gustare, ma mai fino in fondo.
La creazione poetica è il momento più bello,
e quella se la gusta solo l'autore,
come un'estasi del suo dire, pensare, provare, ecc.
Ma non preocuparti.
Ogni tanto leggo qualche tua "vecchia" poesia.
Anche se non la commnento.
Ciò non toglie però che in tal modo ti capisco meglio.
Va bene...a presto
Y


il 20/02/2009 alle 14:59

ha il respiro di una poesia medioevale sulla scia di Walter von Vogelweide, amor cortese ma carnale,
ciao y
lilli

il 20/02/2009 alle 15:24

Interessante la tua lettura...sempre molto profonda.
Grazie lilli
Ti saluto caramente
Y

il 26/02/2009 alle 11:41

....e risalire per l'aere d'un bel sogno e poi degradare lungo l'esile scia che presto ogni tuo incantevole gesto traccerà per me.....
Incantevole la trovo io nel leggere....tutta bella...
mi ci tufferei in un simile scenario!!!
ciao
helan

il 27/02/2009 alle 15:05

E' un tuffo nell'amore, come avrai ben compreso,
un'amore fra natura e sogno...
Grazie helan per la tua rivisitazione...
Ti abbraccio
Y

il 27/02/2009 alle 23:39

Muta l'umidità di nebbia il sole
la dorata esplosione sogni scatena
di verde, di passione
muta la notte in giorno, nei soli
il sangue
riprende il canto libero
e si langue...

ispirati in estemporanea alle tue profumate rime

A bien tot

il 05/03/2009 alle 18:04

Mi fa piacere che tu abbia letto questa mia poesia
a cui tengo particolarmente per i suoi effetti,
che in te hanno ispirato graditissimi versi...
Grazie lady
Ti abbraccio
Y

il 05/03/2009 alle 19:46