Pubblicata il 16/11/2008
Lascio che i sensi
da abili equilibristi
attraversino il marasma delle sensazioni.

Con denti affilati
e tripudio di sonagli
si offriranno ad un filo
su fiume impervio,
teso al vento
tra alberi cavi e le fessure delle rocce bianche.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)

bella. non so, forse come se tutto fosse destinato ad essere.

il 16/11/2008 alle 14:57

...oscillando nel vuoto in una funivia piena
dividendo con altri una paura aliena...
questo ho immaginato cara Mati e tanto basta per togliere il fiato.
Un grrrrrrande ciao
Cesare

il 16/11/2008 alle 17:10

non ti vedo come equilibrista in punta di..spilli
ma è bellissimo come lo hai detto

il 16/11/2008 alle 18:08

Le tue espessioni sono sempre affascinanti, il tuo sentire sempre profondo.
Complimenti.
Un abbraccio

il 16/11/2008 alle 21:40

a volte i piccoli passi sono paragonabili a nuove scoperte ,ma credo che l'ingrediente più vero sia il coraggio di resistere ,di aiutare i sensi ad esprimersi ,di accettare anche le sensazioni più spiacevoli,come parte della vita,donna mati che da a cate cn la sua poesia come una stampella di forza su cui appoggiarsi ,cate invia forza appresa in cambio di un sorriso ,equo baratto,che dici? abbraccione dolce e buonanotte ,cate

il 16/11/2008 alle 22:22

Capita di fermarsi con lo sguardo perso nel vuoto, come canna al vento, in attesa che succeda qualcosa di cui non si riesce ad immaginare l’evolversi.
Grazie.
Un caro saluto
mati

il 16/11/2008 alle 23:06

Interessante la tua immagine, un po' come ritrovarsi in tanti in una fragile barca che sta in balia delle onde, tra paura corale e preghiera di speranza.
Grazie, per avere condiviso un momento di particolare tensione.
Un abbraccio
mati

il 16/11/2008 alle 23:19

Già, è importante vendere il prodotto, anche se le sue proprietà non calzino a pennello.
Ciao, simpaticone.
Grazie
mati

il 16/11/2008 alle 23:37

Tranquillo, caro Discri, sto preparando un ottimo antidoto, a base di miele!
Grazie del passaggio e del consiglio.
Salutoni
mati

il 16/11/2008 alle 23:50

Il tuo passaggio è graditissimo, mi lascia un segno tangibile della tua stima.
Grazie di cuore.
Un caro pensiero
mati

il 16/11/2008 alle 23:54

Lo accolgo come un affettuoso sostegno, come un braccio che si leva, non solo ad aiutare, ma ad indicare la direzione della via da dover seguire per non lasciarsi prendere dallo sconforto.
Grazie infinite e un caro abbraccio
mati

il 17/11/2008 alle 00:09

gli spilli pungono ed è difficile restarvi in equilibrio...

pungente metafora
buendia Mati cara

il 17/11/2008 alle 08:03

Sinuosa e striscinate...

Un bacio fatina dei sensi

Smack
liz

il 17/11/2008 alle 10:12

Passaggi impervi della vita che solo con la forza interiore si possono superare. E tu ti lasci portare dalla corrente di sensazioni contrastanti mantenedoti in equilibrio in punta di piedi ma con tanto coraggio.
Ne sono certa, presto rispunterà il sereno e potrai proseguire il cammino a passi decisi,
un abbraccio
Antonella

il 17/11/2008 alle 13:58

Un po' difficile per me da interpretare.Nell'insieme, nella tua poesia leggo un momento di difficoltà ma forse mi sbaglio.Come tutte le tue poesie,scritta benissimo.Un salutone.T.

il 17/11/2008 alle 14:26
Jul

Scandagliare, sentire, percepire, intuire e poi di conseguenza agire, questo mi fa pensare la tua bella e misteriosa sequenza emotiva.
Un abbraccio, Giulia

il 17/11/2008 alle 21:07

Come un abile trapezista
aggrappata alle funi sicure dei sensi
attraversi il fiume impervio delle
difficoltà della vita..a testa alta.

Ciao Mati...un caloroso abbraccio
Carmen

il 17/11/2008 alle 23:12

I sensi, e l'anima capace di farli espandere di farli inerpicare e sprofondare, senza impedirne intensità e direzione , consapevole, del loro esile ed effimero incedere, sebbene affilati e imbanditi di aspettative.
Sergio

il 18/11/2008 alle 06:23

Carissima amica, è una bella soddisfazione, però, poter dire che almeno si è stati capaci di provarci, a prescindere dal risultato raggiunto!
Grazie della tua sosta da accorta lettrice.
Bacioni
mati

il 18/11/2008 alle 23:10

Mi ritrovo nella pelle di un serpentello che avanza lentamente con un po’ di paura, immagine molto vicina alla realtà.
Grazie Liz, per il nuovo vestito che mi fai indossare.
Un caro abbraccio
mati

il 18/11/2008 alle 23:32

Il commento che mi offri è sempre ricco di tanto affetto.
Lo accolgo con grande gioia, sperando in un futuro sereno, così come tu lo auspichi.
Un grande abbraccio e grazie
mati

il 18/11/2008 alle 23:48

Grazie di cuore del tuo passaggio che riesce a cogliere un momentaneo stato di disagio.
Il tuo apprezzamento sulla qualità della mia scrittura mi fa un enorme piacere.
Un caro abbraccio
mati

il 19/11/2008 alle 00:07

Interessanti quei verbi che indichi, servono a mettere a fuoco un problema quando si vuole veramente risolverlo.
Grazie, per il tempo impegnato a seguire la mia emozione.
Sei cara, un abbraccio
mati

il 19/11/2008 alle 23:50

Per potere restare dritta sul filo sospeso in aria, mi abbandono a quel mondo di affetti che mi sostiene con cura e guida quei passi che tendono a sbilanciarsi.
Grazie per l'abbraccio che ricambio con dolcezza
mati

il 19/11/2008 alle 23:55

E’ doveroso dare ai sensi il tributo che meritano.
Sono le luci che accendono le nostre emozioni e con forza dobbiamo cercare di tenerle deste fino all’ultimo respiro.
Grazie del tuo passaggio intenso e graditissimo.
Un caro saluto
mati

il 19/11/2008 alle 23:58

è un brivido trasognante in equilibrio sul filo........

il 20/11/2008 alle 00:34

Hai colto l'attimo più significativo.
Un vivo ringraziamento.
Ciao
mati

il 21/11/2008 alle 23:46