Poesie presenti nella categoria: Lussuriate

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

Al pontile, i gatti
Pubblicata il 15/03/2019
I gatti, al pontile

la luce sputava appena, il sole,
dai remoti anfratti.
il pesce vispo, sui banchetti sporchi,
s'adagiava comodo come un prato.

patetico e stanco, il pescatore di notti bianche e
lunghe, ne aveva ricolmi
gli occhi. Rimpiangeva gli Agosti caldi
di Grano sfavillante

sprecati tra braccia sottili di
puttane leggere e spesso madri.
'Un gran pescato!', s'udivano voci passanti,
ma per l'apatico e stizzito lupo

quell'olezzo nauseante era come fuoco
per le sue narici, aride e squamate.
oro che rigurgitava odio e solitudine.

le sue mani doppie e sudicie
e secche e callose dolevano piu'
di mille bracieri,
di mille serpi i morsi.

e dalle seppie ormai sfinite filtrava
il veleno acido nelle ferite piu' profonde ed
aperte, incessante supplizio!

eppure continuava, il bastardo, a
sventrarle, arrese, le cernie,
gettandone le spine aguzze
in pasto ai gatti, belli e pazienti.

gioielli come il tempo, degli
uomini e del mare, loro,
ne conoscevano la sadica
misericordia.

b_C
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)

Gran bello sguardo su un quadro d'insieme su cui non è tempo perso soffermarsi. Apprezzata in tutte le sue parti, soprattutto i versi conclusivi.

il 16/03/2019 alle 23:30

Merci b_C

il 18/03/2019 alle 10:33

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Bagatella
Pubblicata il 12/03/2019
Preziosa bagatella
eccezione d'amore
trae sollievo
e dolce sollazzo
da labbra vellutate
e sensi evoluti

suadente
proietta
in sinuosa ebbrezza
emanando setosi cascami
dolcemente rinverditi
nel conforme
attutiscono un vuoto inerme
manipolato da un silenzio
che addomestichi dita intriganti
  • Attualmente 3.71429/5 meriti.
3,7/5 meriti (7 voti)

C'è classe ed esperienza nelle tue Poesie, un sorriso

il 12/03/2019 alle 17:28

sono d'accordo con Leocixi.Hai un bel modo di esporre e questa tua,come pure le altre,è molto bella.

il 13/03/2019 alle 12:42

Le Poesie Meno Recenti

Utente eliminato
Pubblicata il 17/04/2003
Notte assai scura,
notte di tresebonda,
notte foriera.
Fuori la tempesta
e il vento,
che trasfigura un onda
sul mare aperto,
e nel mio pensiero
un pulpito
di adrenalina.
Nella mia alma
nera corre
il desiderio,
e il mio sguardo scruta
tra le tue gambe strette
serrate da un velo,
che ti ombra il viso
e che scurisce il cielo.
Tu che di virtu'
facesti voto,
rinnegando la natura,
e il mio amore ardito,
tapina! non carezzerai
mai il mio corpo,
ne' sentirai
il calore del mio delirio,
penetrarti le braghe.
Nero il tuo volto
al mio desiderio
ti rende un altare
spoglio di fiori,
arida pietra
in un deserto
di rose scure.
Occam
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Un rincorrersi di immagini colorate, molto attraenti e ben rese liricamente, intriganti assai, in cui predominano "il rosso e il nero". Molto bravo occam!
Saluti cari.
Max

il 17/04/2003 alle 09:59

Anche a te i miei sinceri auguri, occam!
Max

il 17/04/2003 alle 10:46

...eterna emozione
di un implacabile
delirio,soltanto
noi dispersi
nel tutto/nulla....

è bellissima,forse un unico "appuntino" quando hai usato braghe è svanita l'enfasi,quasi rendendola comica,un termine diverso forse.....
cmq mi è piaciuta tantissimo.-..a presto.D

il 17/04/2003 alle 10:55

nero...che più nero non si può. sia il tuo umore che lo scenario...comunque mi è piaciuta.
bacioni
marzia

il 17/04/2003 alle 14:15