Poesie presenti nella categoria: Il diavolo e il sacro

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

L' ingenua corsa
Pubblicata il 19/09/2020
l'ingenua corsa

la vita
trascinata da un soffio di vento,
poi il silenzio ad affamare le genti.
condanne, miseria, speranza,
tutto sopra lo stesso letto d'ipocrite labbra su questo logoro mondo.
ma il tormento a volte è un bisogno un compimento.
la terra su cui adagio giorni e speranze è lava antica e lacrime è un paradiso
pericolante, abisso socchiuso,
una fontana muta senza goccia.
ma !!! Viva il re....
viva i pa-droni del mondo
gli oceani di plastica e gli squarci d'una polveriera
viva il consilium e le mascelle ruminanti .
in che mondo saremo,
che mondo raccoglierò ,
forse commento un sacrilegio,
sputo sulla terra su cui respiro
follia, son vivo si mi segue un'ombra disperata,
ma ancora un sole brucia
il sangue è un dono.
placo l'inquietudine,
devo far crescere una donna,
li dove cose belle e pure ancora
sanno di preghiere, vieni piccola mia dammi la mano andiamo a vedere.

Tony Orlando.
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Utente eliminato
Pubblicata il 07/09/2020
paure
la notte brucia le tappe ad ogni pensiero gentile, turbine senza sosta avviluppa dentro se la carne attorno alle mie ossa.
il silenzio annega dentro il respiro profondo di chi dorme in questa casa ,lasciandomi solo e disarmato da ogni desiderio ,il tormento come fari dalla strada striscia lungo le pareti mentre i battiti del mio cuore perturbano il flusso vitale lungo tutto il mio corpo .
se solo ne conoscessi l'origine di tutto questo?
ho dato in pasto ai cani ogni certezza pur di abbandonare ogni paura ma non è servito a niente,vivo nella crisi e nell'ignoranza perché solo cosi posso ripartire, rinascere come ho fatto mille volte,ma l'angoscia di notte sembra la morte dalle lunghe unghia conficcate negli occhi, ed ogni passo sprofonda nella neve e fango.
non esisto,il mio riflesso è oro che non confonde gli sguardi,la mia anima lascia il passo a una ragione cosi nitida ,tutto è terrore e pianto imploso mi arrendo mio Signore ,io mi arrendo,la mia debole ed esile vita ti appartiene come le notti in cui mi ci conficchi dentro sotto le tue vaque stelle d'ogni cielo nero.
ma io non impazziro' mai, almeno questa forza abita il mio cuore ,non esiste uomo più salvo di chi e' consapevole della propria malattia cosi che tramite essa riesca a tramutare tutto il tormento in illusoria realtà, l'illusione del dolore non è che solo l'ombra del dolore stesso,e se ci penso ancora bene, caro Dio, ogni ombra, la notte ,prima o poi scompare .
tony orlando 2002
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)

Piacevole lettura....

il 07/09/2020 alle 22:23

Altra poesia che colpisce bellissima la chiusa rende il tutto ancora più incisivo mi ritrovo nelle tue espressioni bravo

il 09/09/2020 alle 07:32

Le Poesie Meno Recenti

Tra il sacro e il profano
Pubblicata il 23/03/2018
Sull'ara di Marte
la lama crudele
plutone ha levato
sul capo piegato
dell'umile Dea:
la pace è sgozzata!
il sangue repente
dilaga purpureo
e gelido irrora
la cava atmosfera ,
e..il gelo stupito
a sé stesso non crede.
l'angelo nero
dal male risorge,
immane Flagello
le tenebre a porre
fra l'uomo è il divino
con odio e vergogna..

È di costoro la colpa?

voi, che alla dolce
cadenza del verso
all'emozione l'animo affidate
e dell'amata sposa, umili,
il bacio sul latteo seno
ansanti riponete.

sì, voi, che al fumo
dei ruggenti roghi, ebbri,
dell'odio sopite gli sfoghi
e nelle chiese
i fanciulli appendete,
rei dell'assurdo scempio
che nell'etere ghiaccio
stringe le membra
avvinghiate a predarsi la vita..

all'universo lugubre implorazione,
udrai quelle ossa urlare,
e ognor fremere nell'oscura fossa..
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)