Poesie presenti nella categoria: Il diavolo e il sacro

Le Poesie Pubblicate ieri

tris D'haiku
Pubblicata il 12/07/2020
138.
rosso tramonto –
una grande poesia
recita il sole

139.
acqua del fiume –
il lago si disseta
i pesci sognano

140.
nella sua casa
da Gennaio a Dicembre
ciascuno è Re

(guga
date varie)

nota dell'Autore:
^^^^^^^^^^

1. Nell'haiku 139 il terzo verso è un quinario sdrucciolo
2. Nel 140, invece, sempre il terzo verso è un quinario tronco.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)

Sono indeciso se preferire il 138 o il 139: 138 vince la forma, 139 il contenuto. Ciao guga e buona domenica.

il 12/07/2020 alle 07:50

Immaginando sogni di pesce.Ciao.

il 12/07/2020 alle 08:00

@Vincent @mitri - Grazie!

il 12/07/2020 alle 17:52

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Pubblicata il 20/06/2020
Il viver
travagliato
sereno si rinnova,
e trasportato
dal lieto canto
salgo
le irte vette
lasciando
indietro l'odio,
scordando le vendette
e dove putrida
la piaga affonda
casta vi fiorirà
una rosa bionda
che nel pegno
serberai
nel petto
placido
con
tabernacolo
d'affetto;
placa il terrore
che discinde il cuore:
paura
per la notte
che s'appressa muta,
persecutrice
con la ressa
di viscosi ricordi,
e la pupilla
attonita
al miraggio
che là brilla,
alle soglie del sogno
tra le piaghe
consunte del tempo
e quieta
trama la sua ora;
portami con te
e tal messaggio
sia tregua
speranza
a tratti guida
per il futuro eterno
indivisibile
.. per me .. per te...
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)

Le Poesie Meno Recenti

LUI nulla e nessuno disdegna nel corso infinito!
Utente eliminato
Pubblicata il 28/08/2006
LUI nulla e nessuno disdegna nel corso infinito!


Nonostante i profeti stregoni e ministri
i tanto attesi messia dei vari culti diversi
i proclami e i richiami a virtù e salvezza,
il mondo gira sublime dall’inizio alla fine.

Sempre uguale a se stesso solo di poco lui muta
nell’essenziale struttura ha perenne il suo corso:
tra l’istinto e ragione, tra l’effimero ed eccelso
mille gli alterni cammini, in contorno diverso.

I sacrifici ognuno li spende a propria maniera
per desideri e bei sogni senza pretesa che Dio
li distingua e misuri secondo i calcoli umani:
ognor sentiti e vissuti come impulsi di vita.

Della coscienza i richiami son per cultura diversi
i comandamenti devoti analoghi a quelli profani:
lievi insegnamenti superbi per regolare la vita
quella stessa che Dio aveva già tutta salvata.

Proprio i devoti han voluto con retorica greve
rifar oltre gl’istinti e passioni nuovo ordine sacro
pensando a propria immagine Dio, blasfema pretesa
ritenendolo incline per fede solo all’eletto globo terrestre.

Sconfinati bei mondi oltre il nostro piccolo luogo
potrebbero aver presunzione in superiore diritto
di aver esclusiva attenzione da parte del Nume:
LUI nulla e nessuno disdegna nel corso infinito!



  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)