Poesie presenti nella categoria: Il diavolo e il sacro

Le Poesie Pubblicate Oggi

Pubblicata il 19/05/2018
Perché mai
non puoi infrangere
le barriere
se non con assenzio
poeta che errante cerchi
un pretesto per elogiar l’immenso
non che attentamente ti ispiri
ma rigirando le meningi
trovi solo
ibride molecole osmotiche
che intossicano
i pensieri in volgari espressioni arcaiche
perché mai
ti perdi
alla ricerca di un arca
che d’alleanza
ha solo il mito
ma affoghi
tra le sue ceneri
e Il tuo oblio
implori si
all’alchimia
il fato
in un estro fuggente
ma straziante sfibri alla fine
ogni molecola corrotta
e il tuo
inevitabile
destino
lo sai
ti fa scrivere
scrigni
quando il fato
mefistofele
stuzzica
a bere
dal graal
solo l’ultima goccia
del suo buon vino
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

viandante
Pubblicata il 22/04/2018
Sorge sul primo albore,
vede fontane ed erbe
poi stanco si riposa
altro mai non inspera,

viandante
di lacero tempo consunto,
al vento, alla tempesta
varchi torrenti e stagni
senza posa o ristoro.

tale è la vita mortale,
ove il tutto oblia
nell'abisso orrido,
precipitando invano.

la vita è sventura,
il nascimento
mortal attimo;
illude l'uomo,
questo vivere terreno
è il nostro patire,
questo errare inutile
alla silenziosa luna
è simile.

essa in ciel vaga;
sorge la sera
e contemplando
le deserte distese si posa.

al chiarire di essa,
ogni cosa si confonde
tra archi di pietra
e antri muscosi,
le ombre immortali
con l'umana sorte
giocano.

si spaura il cuore;
l'anima si dispera
e nel mortal abisso
il tedio mi assale.

funesto
è il giorno a chi nasce,
all'altrui sorte
il mio cuor rifugge;
nelle tenebre
oscure compagne
pace ritrova
nell'eternità il nulla
riprende vita...
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Le Poesie Meno Recenti

Corsie Preferenziali
dck
Pubblicata il 28/03/2006
E' giorno,
intorno
le voci di scuole terminate
di pranzi fulminei
ed io procedo
su una delle tante strade
che ho imparato a conoscere
ho passi alle mie spalle
sempre più vicini
e allora penso a tutto quello che ho lasciato dietro
sarà un uomo a cui ho prestato attenzione
una ragazza che ho amato per un istante
un cagnolino con scarpe da umano
un giovane che ha cavalcato le onde
o qualcuno che vuole farmi del male
o mi è solo caduto un foglio dalla tasca
e vuole restiuirmelo
e mentre è ormai accanto a me
riconosco qualcosa di insolito
un profumo che mi getta al passato
credevo di sentirlo solo al mare
nelle prime giornate di maggio
prima di sfiorare la sabbia
e bagnarmi di libertà
Mi volto fino a farmi male
fino a spezzarmi il collo
fino a sentirti pugnalarmi
e cavarmi gli occhi
Non c'è nessuno
Sei tu
che hai deciso sia oggi
il giorno della prudenza a marcire.



  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

mi piace come scrivi!
ciao

il 04/04/2006 alle 17:23
dck

Grazie, a rileggerci
Dck

il 04/04/2006 alle 18:33