Poesie presenti nella categoria: Provocazioni

Le Poesie Pubblicate Oggi

L'Antipapa
Pubblicata il 19/03/2019
I miei occhi neri

bramano vendetta

occhirossitrascinatidalunghitorrentilacrimatidisangue
ilmiocuoreesplodeinmillepezzièperso

occhiocchiocchi tu che mai mi hai osato guardarmidentrol'animabruciatadaidoloridiunavitaingiusta!

oh papa, grasso e vecchio, stanco e ingiusto, vecchio e malato, mentitore bugiardo assassino

inganno, dolore, ingiustizia, secoli di ignoranza e distruzione, secoli di carceri e ingiustizia
tu che mi hai accoltellato profondamente
io destinato allora fatalmente sarò l'Antipapa
nemesi contraria diversointutto vividofinoallamortediungridosuunadanza fra un abisso e la vita

occhi gialli ora piangono di mari non ti vedo più oh papa vedo solo le mie aspirazioni
oh non è più il tuo regno oh non hai più scettro oh ora ti vedo perciòcheseiunpoveretto
oh ora son libero dai pesanti tumulti dell'ingiustizia oh ora sto bene oh ora son libero
oh ora son l'Antipapa
oh ora sto bene oh ora io Teresa ti guardo eh sto bene
oh ora posso anche andare a Roma e essere felice e sentirmi me...e sconsacrata è questa mia bella Italia e questo mio mondo
e questa Brindisi
io son l'Antipapa e conquisterò il mondo coi miei versi
inverto tutti i corsi opposti ai miei orizzonti
scavalco cancelli di secoli bui
niente resiste alla mia spontaneità!
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Le Poesie Pubblicate ieri

Lo stile di una firma
Pubblicata il 18/03/2019
La firma dello stilista
veste l'illusione
di essere importante,
prova a vestire
la nudità
di chi ha fame.
  • Attualmente 4.25/5 meriti.
4,3/5 meriti (4 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Sarò piombo e verità per le loro anime
Pubblicata il 06/03/2019
Sarò il fulcro
di una caducità
invivibile...

la rabbia che mi
dilania l'anima...

le grida incessanti
e il mio ghigno di vittoria
che troneggia su questa
umanità malleabile...

david C.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)

Le Poesie Meno Recenti

motivi placebo
Pubblicata il 13/04/2002








quello che mi
irrita di più,
che mi esaspera,
è l’ipocrisia spicciola.
non l’ipocrisia
in generale,
quella più semplice,
ostentata a propria difesa
maledettamente chiara
ossessiva.
molta della gente che
avevo attorno non
voleva bere
con me e mi
dicevano cose
del tipo:
“pensi solo a quello!
non puoi…”
ma l’unica differenza
stava nel fatto che
per me era uguale
farlo oggi, domani,
fra due giorni
- quando ne avevo
voglia –
per loro invece
era una questione
di motivazioni.
li trovavo ubriachi
o fumati il sabato
ma puritani
falsi insensati sani
durante la settimana.
loro volevano che
qualcuno regolasse
i loro desideri,
volevano regole,
o canoni,
da rispettare o
da infrangere.
quello era il loro
motivo,
io non ne avevo
bisogno.
mentivano a loro stessi,
io non ne avevo
bisogno.
e neanche adesso,
altrimenti non lo
farei –
non potrei –
Io e la mia anima
ci ubriachiamo
insieme.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

è da un po' che ho letto il tuo commento e volevo rispondere, solo per farti sapere che l'ho letto e che mi ha fatto molto piacere quello che hai scritto. non mi andava di non rispondere, mi sembrava una scortesia o una forma di maleducazione o qualcosa del genere. così... ecco ora lo sai.

ciao, giuss

il 16/04/2002 alle 13:20