Poesie presenti nella categoria: La casa della poesia

Le Poesie Pubblicate Oggi

La mia terra
Pubblicata il 12/12/2019
L'estate del tempo che fu
nel bambino e uomo che ti ha tanto amato.
la cruda zappa nei campi di grano
i frutteti odorosi dei succhi di dio
la terra piena di zolle accese
le cicale amiche di ore assopite
l'erba volata dal vento improvviso
le finestre pigre chiuse in se stesse
l'acqua vogliosa di aride gole.
campagna mia.

10/03/2010
san Gabriele (Bo)
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Le Poesie Pubblicate ieri

Fili d'angelo
Pubblicata il 11/12/2019
Eravamo al sole
in pieno inverno.

hai definito i miei capelli
fili dorati di un'ala d'angelo.

le mie guance sono arrossite
mentre le carezzavi dolcemente.

la tua mano ho fermato
per stringerla tra le mie.

gli sguardi erano incrociati
e sorridevano di gioia.

intorno vi era il nulla,
ma ci circondava tutto.

mentre l'abbraccio ci stringeva,
si apriva davanti a noi l'infinito.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

Emozione d'amore vissuta intensamente nella sua dolcezza e purezza, molto espressiva

il 12/12/2019 alle 07:45

Molto delicata, complimenti!

il 12/12/2019 alle 09:50

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

Silenzi e tagli
Pubblicata il 07/12/2019
Ai silenzi
preferisco
soffrire i tagli
inflitti dalle tue parole
  • Attualmente 3.375/5 meriti.
3,4/5 meriti (8 voti)

Se è così non è amore ma masochismo - espresso comunque bene il testo

il 07/12/2019 alle 17:01

Bellissimo testo, brava!

il 08/12/2019 alle 08:59

Il vero amore si accontenta anche di quelle parole che non sono quelle che si aspettava, perchè la ferita più dolorosa è quella del silenzio. Grazie Verdefronda.

il 08/12/2019 alle 09:23

Troppo gentile Vittorio, grazie sempre

il 08/12/2019 alle 09:24

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

io senza te
Pubblicata il 14/11/2019
butta proprio male
questa notte
che inseguo un'ombra
e dietro
ce ne sono altre
di seguito
in processione

ma voglio solo lei
e non mi basta
il buio
nero d'inchiostro
a scrivere

per quella donna
che mi appare
nei disegni sul muro
ed è la più bella

quando si muove
danzando
alla luna
signora di nulla

poi di colpo l'alba cancella
alla lavagna
e dietro finisco
io senza te in castigo
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Originalità, invenzione, mostalgia, sentimento.

il 15/11/2019 alle 07:14

grazie Ben ! invenzione sì davvero , addirittura mi sembrava una boutade quando ho scritto quell'impressione di finire dietro la lavagna, cioè uno scherzo quasi, forse volevo sorridere a questo tempo grigio, ciao vir

il 17/11/2019 alle 09:26

Le Poesie Meno Recenti

Nostalgia
Pubblicata il 26/10/2010
“Mi manca….
Passeggiare sul parquet, un faro addosso,
un foglio in mano e nulla più..
Le parole diventano di ciccia,
morbide, rocciose, urli, sussurri,
singhiozzi,respiri….
Ti accorgi che hai due mani,
due piedi,
un volto,
una voce,
ti accorgi che ci sei,
cosa sei, cosa dai,
cosa puoi, cosa ti manca,
cosa ti distingue….
In carrelli di te
ti dimentichi fuori
la fretta, i discorsi vuoti,
le cose inutili,le cose che non consideri……
Sei lì, potresti essere dappertutto o in nessun posto,
non hai nulla,
soltanto..
le tue gambe, la tua voce, i tuoi calzini
e un foglio che ti fa pensare..
Ovattata in una stanza silenziosa
eppure piena di te, degli altri,
una storia, una parola, un gesto.
Alessandra mi manchi…..
Fammi tornare sui gradini
a cassare i passaggi inutili,
a scegliere una giacca o una sedia,
strilla, sbatti, insisti….
So che non tornerai,
ma per me il teatro
sei tu, i tuoi occhi neri,
i tuoi maglioni bizzarri,
e l’amore per questo fuoco
che ti si legge dentro..
Mi manca un tassello
di puzzle di me…”
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

toccante rivisitazione di mille piccoli intimi particolari, per afferrare nel ricordo l'amore e i gesti vissuti
Un caro saluto
Ax

il 26/10/2010 alle 12:17

Non ti nascondo che ho dovuto rileggerla per assaporare tutte le delizie letterarie inserite con disinvolta eleganza.
Complimenti non formali
saluto affettuoso
ninomario

il 26/10/2010 alle 12:42

Credo di capire che il teatro è stata una delle tue passioni e in questi versi sento nostalgia di quel parket, di quel faro e di tutta l'atmosfera che ti circondava ed è così quando una tua passione è tatuata dentro di te e ti manca quel tassello per il tuo puzzle.
Molto bella e coinvolgente questa tua e comprendo il tuo stato d'animo. Piaciuta tanto e mi complimento per il testo e per lo stile che prende il lettore nel suo insieme.
Ti abbraccio,
helan

il 26/10/2010 alle 13:08

Alessandra sei tu?...ritornare con la mente ai sogni messi in un cassetto è sempre doloroso e rinunciare a una passione è come amputare una parte di sè che continuerà a mancare anche se la nostra vita ha preso altre soddisfacenti direzioni, e a volte fa male, proprio come "l'arto fantasma".
molto bella e anche triste.
baci
eos

il 26/10/2010 alle 13:24

..Grazie Leocixi sì, ho iniziato tre anni fa e sono stata rapita, comunque tutto ciò che mi da emozione mi infiamma( vedi cucina, giardinaggio, ecc.. e la poesia naturalmente) un abbraccio affettuoso Snow

il 26/10/2010 alle 14:42

Grazie per il commento molto gradito perchè ti stimo molto..ciao Snow

il 26/10/2010 alle 14:43

Grazie... accetto il tuo commento perchè detto da te è un onore, un abbraccio vero e semplice..Snow

il 26/10/2010 alle 14:45

..Lo è stato per tre anni, una passione scoperta per caso e che mi ha rapita e che adesso mi manca, non per mia volontà. Ho imparato tanto, ho dato tanto, è una parte importante di me..grazie Snow

il 26/10/2010 alle 14:48

Rispondo a te ma anche a Tabarly, no, Alessandra è la mia maestra e regista, piccola e intensa, feroce e sincera, brava oltre ogni dire..ha scelto di non insegnare più per l'arrivo di una figlia volutissima e preziosa, potrei continuare, ma lei mi ha segnato. Mi manca la sua schiettezza, la sua passione, lo scavarmi dentro, il tirare fuori l'essenza di me..non credo si possa sostituire..ciao Snow

il 26/10/2010 alle 14:51

..Abbiamo qualcosa in comune, leggi il messaggio scritto ad eos la risposta è uguale..un abbraccio grazie del commento gradito.. Snow

il 26/10/2010 alle 14:53

E' qualcosa di più di semplice nostalgia questa. E' più grande. E' qualcosa che era radicata profondamente. Certo che la vita è fatta di tante altre cose, ma si vede, si "sente" che questa era proprio una parte di te. Ed è difficile anche da "rimpiazzare" un personaggio come la tua Alessandra, una specie di mamma-insegnante, sicuramente unica. Ci hai commosso con questa poesia, ci hai fatto partecipare a quello che stai provando.
Con affetto
Fabio

il 26/10/2010 alle 16:56

Sì Fabio, hai ragione. Alessandra ci ha fatto piangere, è stata durissima, è stata crudelmente sincera ma ci ha insegnato che se si vuole essere attori ed emozionare bisogna essere nudi, sbucciarsi, guardarsi dentro e far crollare resistenze, vergogne inutili o blocchi. Ci ha insegnato ad essere vere, a lasciarsi andare, a vedere oltre... Tanto e tanto di più.. E' per questo che io e Sara l'altra mia collega non riusciamo a rimpiazzare lei con un'altra "maestra"lei era unica e maledettamente brava, solo i suoi occhi parlavano...grazie del passaggio e scusa la prolissità ma te lo dovevo per l'attenzione che mi dedichi sempre.. Snow

il 26/10/2010 alle 19:40

Quando mi vuoi mandare qualche altra ricetta di dolci ( sono circondata da golosi) è ben accetta! Snow

il 27/10/2010 alle 16:20

Cosa posso dirti che gli altri non ti abbiano detto,
sei veramente speciale Snow,
questa poesiaè un pezzo della tua vita
descritto con maestria.
complimenti.
Marygiò

il 03/11/2010 alle 14:53

Grazie Marygiò anche tu sei una persona sessibile e speciale ed è per questo che è bello leggerti...ho i lavori in casa e ne avrò ancora per un mesetto ecco perchè ci sono di meno, ma vi leggo tutti e vi ho nel cuore..ciao Snow

il 04/11/2010 alle 14:07