Poesie presenti nella categoria: La casa della poesia

Le Poesie Pubblicate Oggi

Punti di vista
Pubblicata il 17/07/2018
Mare mosso
forza Sette
nessuno si è mosso
mare calmo
forza zero
siam ne li guai.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
cri

Con modestia parlando, sono avverso sia a un mare esageratamente nervoso sia a uno desolatamente calmo. Il mare non può avere mezze misure, come la vita dell'uomo.

il 18/07/2018 alle 12:56

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Il canto delle cicale
Pubblicata il 29/06/2018
Sulla bilancia ho pesato
fumo e pensieri,
ombre e mezzi vuoti bicchieri.
ed emozioni che ho provato.

ho pesato noia e sale,
e dosato tempo e caviale.
rumori e pietre urlanti,
e rime sempre più assordanti.

sulla bilancia ho pesato
anni e carta velina,
lacci e adrenalina.
e fotografie che avevo dimenticato.

ho pesato aria e Giove,
e dosato un albero e un altrove.
ma mai parole che ho cantato.
ma mai canzoni che ho ascoltato...
  • Attualmente 2.4/5 meriti.
2,4/5 meriti (5 voti)

meravigliosa poesia

il 30/06/2018 alle 00:18

Buongiorno e grazie jacob :D

il 30/06/2018 alle 05:23

Le Poesie Meno Recenti

Astralis
Utente eliminato
Pubblicata il 12/01/2006
capo horn, capo nord, qualsiasi cosa,
la luminaria è una ferita, un lampo rosa,
i tamburi africani, o mia amica, è la fine
del secolo, arenato sul suo stesso fianco,
è un lampo accecante, un tunnel scuro
e dolce come il futuro, è sangue, sono
le zebre che attraversano di corsa
le zebre del passaggio pedonale,
è la savana, amica mia, è la morte
del giorno, è una spicchio di limone,
un'esplosione rosa e argento, la fine
del secolo, di tutti i secoli, e di noi!
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

mi piace moltissimo. Sembra quasi non avere nessun senso. Mi ricorda moltissimo i quadri dipinti dai futuristi, non so se hai presente. In quelle opere c'era tanto movimento, tutto correva ma pareva girare attorno ad un'unico centro luminoso. Questo centro è la tua amica? Mi ricorda anche un po' le novelle di pirandello, la stessa foga del segretario che ha sentito il treno fischiare. Tutto è mischiato insieme in questa tua poesia come in una trottola. Ci sono tanti colori in essa ma alla fine girando ciò che appare è un'insieme meraviglioso.

il 12/01/2006 alle 15:46

non ti smentisci mai con le tue poesie che a prima lettura lasciano perplessi ma che subito ti fanno venire la voglia di rileggerle...magari per capirci qualcosa di più (cosa che spesso non succede !!!!)
Ciao,Antonio

il 13/01/2006 alle 18:56