Poesie presenti nella categoria: Paesaggi dell'anima

Le Poesie Pubblicate Oggi

psicastenia
Pubblicata il 12/12/2019
Reminiscenze truccate di grigio nebbia,
dall'odore acre di muffa che si crede glicine,
stanze sovraffollate di vuoto e ragni;
lì, echi stanchi atterrano sul suolo bugiardo, dove banchettano con i resti di paralisi notturne e ghigni senz' occhi.
da lontano l'uscio sbatte le ciglia come una puttana in pensione che non sa più come fare per vendersi.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Le Poesie Pubblicate ieri

La rosa di dicembre
Pubblicata il 12/12/2019
Dove non hanno nome
le ombre

occhi distratti non vedono
i boccioli,
la solitudine che di dolore
l’anima imperla
e di dicembre l’ultima rosa.
  • Attualmente 3.83333/5 meriti.
3,8/5 meriti (6 voti)

Brava!

il 12/12/2019 alle 11:43

Bella

il 12/12/2019 alle 20:46

Sempre grazie Vittorio e Verdefronda

il 13/12/2019 alle 07:42

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

Ho capito che ti amo veramente
Pubblicata il 06/12/2019
Ho capito che ti amo
la notte in cui i nostri corpi
si sono sciolti in un'unica forma.
ho capito che ti amo
il mattino seguente
quando,appena sveglio,
ho sentito il mio cuore
al ritmo dei tuoi battiti.
poi, sulla spiaggia,
ho capito che ti amo veramente,
perché ho guardato il mare
con i tuoi occhi.
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)

Tenera...

il 06/12/2019 alle 23:52

E' venuto anche a me lo stesso aggettivo tenera ed aggiungo fresca e viva

il 07/12/2019 alle 08:38

Grazie Francesco e verdefronda.un saluto

il 07/12/2019 alle 09:28

TENCO presente...

il 08/12/2019 alle 16:58

Bravo benandato:)

il 08/12/2019 alle 17:33

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

La palla del libero
Pubblicata il 27/11/2019
La guardo cadere giù, mentre pian piano mi si avvicina
non per inerzia, ma subito dopo aver superato
il punto più in alto della parabola che il battitore gli ha impresso.
ne vedo i particolari, così nitidi ai miei occhi
e ne percepisco quasi l'odore, tanto mi è avvicina al volto...
adesso spetta a me accoglierla con le braccia tese
e imprimerle poi quel tanto che basta in traiettoria
di nuovo verso l'alto, alla mercé del giocatore a me accanto
che a sua volta deciderà nell'attimo
se alzarla verso il compagno, che con foga
la schiaccerà oltre la rete e le mani tese dell'avversario,
oppure passarla di lato a chi in sordina
la devierà aldilà del campo, sempre a fil di rete
prendendo il tempo alla reazione dell'avverso.
tutto accadrà in una frazione di secondo
in quell'attimo che saprò interpretare a mio piacimento
seppure sappia che è proprio questo il mio ruolo...
essere il libero in una squadra di volley
comporta capacità e rapidità di esecuzione
poiché è dalla mia ricezione che dipende
la possibilità di trasformare la banale caduta di una palla
in un punto per seguitare la fuga verso la vittoria.
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)

Le Poesie Meno Recenti

ciao gigio
Pubblicata il 20/04/2007
silenzio d'assenza,
non più passi
sigarette spente
e furtivi sorrisi,
e qualche volta un canto ripetitivo
di cui oggi ,che ho un groppo in gola,
non mi viene il ritornello,
difficile il vuoto,
come se nulla fosse,
ma ti invio
un triste sorriso,
forse sei più fortunato
in quella pace lassù,
ma occhi ti vedranno passare,
ancora per tanto tempo,
e se l'oblio farà il resto
non sarai passato invano
non per noi.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Una dedica ove le mie parole non servono.
In silenzio lascio un saluto
Cesare

il 20/04/2007 alle 17:43

la perdita di un amico è un evento cosi triste che ricordarlo porta un minimo conforto ,grazie cate

il 20/04/2007 alle 18:15

...e con te, se me lo permetti, voglio dire anch'io...
..." ciao Gigio! "
La poesia è stupenda, ma in questi momenti...diventa marginale,

il 20/04/2007 alle 22:46

Una carezza al tenero ricordo, mati.

il 20/04/2007 alle 22:58

grazie per lui, un abbraccio cate

il 20/04/2007 alle 23:28

grazie mati,tutti li tratteniamo nei cuori con i ricordi,un abbraccio cate

il 20/04/2007 alle 23:30

ma a me piace che rimangano anche nel presente, ricordandoli agli altri non sono passati invano,ciao ariele

il 22/04/2007 alle 14:03