Poesie presenti nella categoria: Paesaggi dell'anima

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

She is nothing at all
Pubblicata il 14/05/2018
ora che ho chiuso quella porta,
ahimè custodisco i tuoi segreti;
il mondo è lì fuori,
orsù, dunque, soddisfalo!
il tuo ricordo annegherà nell’oblio più tetro,
mi scivolerà addosso come olio bruciato,
nulla più resterà di te!
la mia mente è già altrove,
ha bisogno di limpide acque in cui rinfrescarsi,
ma tu, fango nero e appiccicaticcio,
saprai essere alla corte di qualcuno
a tessere la tua inestricabile tela?
chi annuserà gli effluvi delle tue profumate gambe che con tanto ardore spalancherai agli inviti della luna?
chi..chi..cadrà nel tuo gentil tranello?
tutto il mondo, forse..
ma non io e quei corvi che gracchiano in attesa
del lauto pasto!
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

piaciuta :-)

il 15/05/2018 alle 13:08

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

nubifragio dei pensieri
cri
Pubblicata il 03/05/2018
nubifragio dei pensieri

arduo è del dolor il dileguarsi
ove a verga morbil lacerazione s’erse
sol all’abulico resta in ostensione
il ramingo peregrinar di capricciosa sorte.
dama scalciante è del proceder la follia
nel metafisico intarsio di nebbia d’assenza
ove a tacer addestrato s’è il sensibil respiro
e ‘l viver a compier s’ubriaca
il sempre medesmo, accecato giro.
ribellion non v’è ch’all’orizzonte si scolpisca
da rinnovellate sinestesie baciata
l’iridi serrar a cesello di obliante oscurità
in guisa d’unica spelonca di rifugio s’offre.
e irriverente sull’alma saltella
dei pensier l’urlante nubifragio.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Le Poesie Meno Recenti

Venticinque piccoli gufi
Pubblicata il 23/02/2005
Piccole nuvole
diventano grandi,
così crescono gli alberi
i cui frutti d'oro
vorremo raccogliere
tra raggi eterni d'alba
e sabbie di tramonti ad oriente:

come un eremita
mi sono rinchiuso
in caverne d'ombra
trascinandomi dietro
memorie eliotropiche,

così niente
distrugge la corda
chiamata a legare
ogni infinito poro
dei miei sogni liberi.

E questo vetro
non mi protegge
dalle raffiche
di solare vita.




the unreal is here
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

A Francè, ti trovo in forma, mi è piaciuta tanto questa. A parte il titolo che ricorda il mio romanzo giallo preferito (Dieci Piccoli Indiani), è un'esplosione di gioia di vivere e delicatezza/libertà di pensiero/anima.
Un caro saluto
Francesco

il 23/02/2005 alle 12:11

ti ringrazio. il titolo è un mistero e, come tutti i misteri, indecifrabile se non si dispone del codice adatto.
Grazie del passaggio

Francesco

il 23/02/2005 alle 13:17

oggi, infatti, il vento sferzava alberi, gonne, pantaloni, gli stessi raggi del sole si spandevano spinti dal vento. No, no ho preso dell'LSD, solo che fuori, malgrado il vento- che comunque è un Inno alla Vita -, c'èra un meraviglioso sole. Tutto qui.

Un grande abbraccio

Francesco

il 23/02/2005 alle 13:19

a causa di un tragicomico errore, il primo commento si trova postato più sotto, isolato. La seconda parte di quello, quindi questo commento, vuol dirti che sì, ho la gioia di vivere, soffro di delicatezza e di libertà di pensiero e la mia anima, questa inflazionata, eppure sconosciuta, Musa/forza motrice, in qualche modo sta raggiungendo l'oro: sembra una cosa bella, è, in effetti, una bella cosa, ma quanto è dura la salita cantava qualcuno a me inviso.

Salutamu

il 23/02/2005 alle 13:25

davvero bella!!

>i cui frutti d'oro
vorremmo raccogliere
tra raggi eterni d'alba
e sabbie di tramonti ad oriente..<

ed ancora..>richiuso/ in caverne d'ombra/ trascinandomi dietro/ memorie eliotropiche..<
versi spettacolari che mi fanno vedere immagini meravigliose..ed allora mi rileggo il tutto per gioire ancora un po'..bravissimo..bacio,
strange

il 23/02/2005 alle 14:58

Oh grazie.

Salutamu

il 23/02/2005 alle 17:05

ti ringrazio per questa disamina di velluto e seta.

Grazie

Salutamu

il 23/02/2005 alle 17:08

sembri plasmato in frutti e sogni..ti ritrovo molto dolce...mi è piaciuta moltissimo
cià
:-)

il 23/02/2005 alle 17:21

In realtà sono un frutto.
per assonanza col mio lavoro potrei essere un avocado, ma è troppo amaro il suo gusto, sicchè direi che mi ritengo uno stupendo frutto della passione.

Absinthium

Francesco

il 24/02/2005 alle 03:37

HE HE HE
sei comunque un frutto speciale
:-)

il 24/02/2005 alle 12:27