Poesie presenti nella categoria: Paesaggi dell'anima

Le Poesie Pubblicate Oggi

stradivari
cri
Pubblicata il 18/07/2018
Lieve ti sia sempre 'l comporti delle mie mani
legno che a me giugnesti in candor divino
perch'io a modellarti avessi per suoni sacri e profani
e la tua informità mutassi in tenero violino.
in te dolcezza di torrone odo e maestà di torrazzo
germoglio vivo figliuol del suol di Cremona
austera melodia oppur di capriccio se' tu sollazzo
in quel vibrar di corde ch'indomito suona.
a guisa del lieto scorrazzar del timido coniglietto
viaggia su te il sempre gravido archetto
il liuto tuo sempre recar sappia qual orgoglioso e inesausto fiato
di Stradivari 'l gaudio che un di' t'ebbe creato.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Le Poesie Pubblicate ieri

cento passi omaggio a peppino impastato
cri
Pubblicata il 17/07/2018
Mai ‘l silenzio complice l’alma ammorbi
che d’omertà l’olezzo giustizia non soverchi,
ch’il mafioso urlo, che fetido è e anco vigliacco,
su pelle di fiera Trinacria non s’erga,
e il suol ove agrumi e zagare la natura cantan sommerga.
or sempre di Peppino sentirai la spada di voce
ch’al legal sentimento anela come a una fresca foce
l’udrai indomita involarsi lungo frequenze di coraggio
perché il siculo orgoglio rinasca e più non sia miraggio.
no quel dì lo stilo mio e l’impegno non tramortirono
ma incontrastato in volo s’alza da Trapani al Palermitano
dal mar ch’arabico fu all’ellenico Akragas e al Siracusano
ove ‘l rimembrar s’ode di color che anco per noi perirono.
non chiedermi, uomo, che mai sia il coraggio
sei tu sol se credi a beltà e civiltà della tua terra
e alla velenosa arsura di lettere cinque di follia
costante t’opporrai, sbarrandole la via.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

de' matematismi
cri
Pubblicata il 13/07/2018
Assumon le forme armoniose movenze
ch’ in guisa scorgi di parabole e circonferenze
vola ‘l mental travaglio in indiavolate cifre indefesso
dal cosmo del finito numero a quel del complesso.
ondeggi pitagorici, euclidee suggestioni
ritratto son di quantità delle reali estensioni
chè quant’intorno giace più e più ancor brilla
se del misurarlo su d’esso adagi la scintilla.
e peregrinasi allor tra ellissi e circolarità
che amici più rendon i pianeti e le lor beltà
spose son algebre e geometrie in altar di scienza
e complici germoglian studi di funzioni
e fascinosi campi d’esistenza.
rivelasi il cosmo in tutto ‘l suo spumeggiar naturale
da teoria di relatività avvinto e calcolo infinitesimale
più non vi son angoli ch’incerti sien e profani
se legger li vuoi attraverso gli assi cartesiani.
aggiunger o sottrar,divider o moltiplicare
il matematico idioma sempre ti saprà
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

Anche la matematica può esser poesia. Piaciuta

il 13/07/2018 alle 20:18
cri

Grazie mille e buona serata

il 14/07/2018 alle 18:17

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Pubblicata il 25/06/2018
Un lieve soffio
il ricordo della mia infanzia,
denso di istanti mai colti
ma gustati come quei frutti
che rubavo negl'orti.
di corse a perdifiato
nelle giornate estive tra i campi,
dove giacevo sull'erba
con gli amici ansanti.
infanzia di sole,
di farfalle e api ronzanti
su margherite e viole;
di voli impazziti con acquilone ;
di scenari arditi
proiettati sui muri
dalle ombre
dei pergolati di viti.
di papaveri rossi,
che stampavamo sulle braccia,
che rendevano giardini
i broli abbandonati tra l'erbaccia.
di quando ormai stanchi
si spegnavano i giorni
e si accendevano le lucciole
prima dei ritorni;
di tramonti irreali,
di odori di terra e di muschi
dopo i temporali.
oh, la vita era una giostra vorticosa,
come il volo di una rondine
nell'arcobaleno dopo la grandine.
tanto e di più offriva
quella tavolozza di colori,
sotto quei cieli azzurri
e immaginari amori.
ma c'è una figura minuta
dai capelli d'argento,
permeata della luce
color del frumento
che ancora gioca
all'ombra di un gelso:
è la mia infanzia perduta
in un altro universo
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)

Quando ti lasciavano crescere ,esso era un periodo per molti dove c'era poco di materiale ma molto di amicizia,sacrificio ecceccecc,un saluto

il 26/06/2018 alle 08:30

GRAZIE MOLTO BELLA :)

il 26/06/2018 alle 21:44

bravo :-)

il 29/06/2018 alle 08:40

molto bella, rivedo le mie corse ed i miei giochi di allora .......

il 30/06/2018 alle 06:52

Le Poesie Meno Recenti

respirando l'anima
Pubblicata il 31/01/2012
Abbacino la mente
di logici riflessi,
il cuore inaridisco
di mosse velleitarie:
ritrovo l’io che sono
respirando l’anima.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)