Poesie presenti nella categoria: World poetry

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

fatti, STRAfatti E MISfatti…
Pubblicata il 26/01/2020
fatti, STRAfatti E MISfatti… (1)
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

“Ce rùbbeno er lavoro, ‘sti negracci!...”
“Nun ciarùbbano ‘n cazzo: tu sei stato,
da quanno te conosco, sfaticato
come tutti quell’antri micchelacci…” (2)

“Violènteno le donne, so’ bravacci!...” (3)
“E puro questo te lo sei ‘nzzognato: (4)
che tutte le ruganzze a bòmmercato (5)
so’ frutto de mariti itajjanacci…”

“Rùbbeno… Nun zze làveno… So’ zzozzi…”
“So’ come tutti l’antri, a ‘sto Paese
pieno de tajjagole e bacarozzi…”

“So’ miscredenti: abbrùceno le Chiese…”
“So’ tutte infamità de gargarozzi (6)
che arimétteno trenta giorni ar mese…”(7)

“Senzza contà le spese!...”
“Ma le spese de che?!... Ma ce lo sai
che ‘r zzòrdo a loro nun jj’iariva mai?...” [8]

(Rossopasquino
2015, Agosto)

glossarietto E note

1) Sonetto caudato in forma di dialogo su luoghi comuni ascoltati più volte e in varie sedi dall’Autore.
2) Micchelacci = Goduriosi nullafacenti (traslato dal detto “L’arte der Micchelaccio: magnà, béve e nun fa’ un cazzo…”).
3) Bravacci = Prepotenti, violenti e arroganti.
4) Te lo sei ‘nzzognato = L’hai sognato, è solo frutto della tua fantasia…
5) Ruganzze = Arroganze; A bòmmercato = Gratuite.
6) Gargarozzi = Gole, più o meno profonde…
7) Arimétteno = Vomitano.
8) Er zzòrdo = Gli stanziamenti dei Governi italiano ed europeo
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Aspettami o mia Dea
Pubblicata il 03/01/2020
Correrò liberamente
in un mondo offuscato
da un pentimento sbagliato...

correrò senza sosta per
tornare da te mio dolce amore...

correrò e fin che non arriverò
tra le tue dolci braccia
il mio cuor non smetterà mai
di combattere per un tuo
singolar sorriso...

dc
  • Attualmente 4.25/5 meriti.
4,3/5 meriti (4 voti)

Molto piaciuta

il 03/01/2020 alle 08:52

...Che il tuo desiderio possa essere ascoltato ....piacevole pensiero.

il 03/01/2020 alle 11:13

Le Poesie Meno Recenti

sbandata
Pubblicata il 05/01/2009
Ti ho vista passare a fiumi
lanciandoti cerbottane di me
balestrandoti sguardi
ad ogni meccanico passo
e vedi, le mie scarpe sono all'osso
e la mia volontà
ed il mio cuore
come cuccioli morti
li caccerò nel primo cestino
e ognuno se ne andrà per la sua strada
come si suol dire
amore, amore mio
cercando di evitare le buche.


  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)

Disperatamente bella...

il 05/01/2009 alle 23:29

Questi sono versi nobili, intrisi di crepuscolarismo.
A.

il 06/01/2009 alle 09:39

che bella ,come una ballata ,un canto d'amore fuori dagli schemi perchè amor è amor ,bravo ciao e buona festa ,cate

il 06/01/2009 alle 10:08