Poesie presenti nella categoria: Poesia dialettale

Le Poesie Pubblicate Oggi

Pubblicata il 16/11/2019
non haju mai circatu di sfidare u mari, iddu va rispettatu.
non haju mai sfruttatu a terra, idda va sulu vasata.
non haju mai vanniatu cu l' occh' in Celu, Iddu va binidittu.
'Na cosa, però, a fici.
a priatu u Signuri pi sti biddizzi ca' mi desi ma di cui non sugnu degnu.'
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Deliziosa

il 16/11/2019 alle 15:22

Grazie!

il 16/11/2019 alle 16:13

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Roma, sempre peggio!
Pubblicata il 18/10/2019
A' Sindaca è una de' e' Cinque Stelle
che li romani riteneveno fra e' più belle!
pensaveno che fusse come Sirio lucente,
invece je s'è spenta istantaneamente!
de' luce propria nun ha mai brillato,
er faro je s'è subito furminato!
roma è rimasta ar bujo,
è stato er primo guajo!
poteva vedè e' buche senza a' luce?
così c'è finita dentro co' chi la conduce!
l'ha tirata fora er Sor Di Majo,
preparannoje n'artro guajo!
jà cambiato immediatamente er conducente,
dandoje quello che a' Regione è er presidente!
na' decisione presa co' troppa leggerezza,
tanto che da' e' buche so' finiti ne' a' monnezza!
mo' so' diventati in tre a chiede aiuto,
nun sanno più uscì fora da st'imbuto!
cercano disperatamente n'aiutante!
di Majo e Raggi ciànno er Grillo parlante,
mentre in aiuto ar presidente,
è venuto Renzi, er vincente!
solo li romani, sempre più poveracci,
so' rimasti ne a' monnezza e li stracci!
artro che Vita Nova,
quà puzzeno pure l'ova!
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)

è vero, non conta il colore politico… cambia il direttore ma l'orchestra è sempre la stessa...

il 18/10/2019 alle 15:35

... siamo già in due a pensarla così, grazie. Ciao

il 18/10/2019 alle 15:38

aggiungi anche me ....cosi facciamo tre a condividere il tuo pensiero.,,,

il 19/10/2019 alle 11:21

Le Poesie Meno Recenti

Kare puliteke d'ògge/Cari politici di oggi
Pubblicata il 26/04/2013
Kare puliteke d’ògge
u prubbléme de l’Italje éje
ka ce stanne tròppe puliteke
ka krèdene ka se póde ngannà
tutte u pòple pe tutte u timbbe.
ma ne nzanne ka n’òme de State
adda arrjalà tutte sé stèsse
ò’ suvrizzje d’a nazzjòne, mméce
ka pòne ‘a nazzjòn’ò suvrizzje suje.
kare puletekande arredime
è kelure ‘a deggnetà lóre,
ne ngundenuàme a i umeljà
sfruttannele pe stupete bbannire
de partite. È derezzjune arredime,
cindre dèstre è ssenistre, ‘a deggnetà
lóre de ndekazzjune de perkurze,
nnò de derezzjune mbuste ka pòrtene
tutte vèrze u mèdèsme krepazze.

cari politici di oggi
il problema dell’Italia è
che ci sono troppi politici
che credono che si può ingannare
tutto il popolo per tutto il tempo.
ma non sanno che un uomo di Stato
deve donare tutto se stesso
al servizio della nazione, invece
che porre la nazione al suo servizio.
cari politici ridiamo
ai colori le loro dignità,
non continuiamo ad umiliarli
sfruttandoli per stupide bandiere
di partito. Ridiamo alle direzioni,
centro destra e sinistra, la dignità
loro di indicazioni di percorsi,
non di direzioni imposte che portano
tutte verso lo stesso baratro.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Hai ragione mio bravo Pzolla, purtroppo tutto dipende dal fatto che nessun politico se è mai chiesto cosa significa CANDIDATO e ONOREVOLE!. Dovrebbero sapere che per che i greci e i latini, i candidati dovevano avere la veste candida, intesa come coscienza, naturalmente. Inoltre, l’onorevole, lo dice la parola, dovrebbe essere degno d’onore. Fino a quando questi signori non vorranno comprendere questi santi valori, l’Italia sarà sempre alla loro mercé.

il 27/04/2013 alle 13:44

... e noi auguriamoci che prima o poi questo avvenga. Purtroppo la mancanza di cultura sembra essere il regno di tanti parlamentari che si riempiono la bocca solo di false promesse.

il 28/04/2013 alle 09:58