PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia

Poesie presenti nella categoria: Cazzate

Le Poesie Pubblicate ieri

Drag queen
Pubblicata il 23/09/2022
Dopo aver ricevuto
il premio come buon
statista,in quel di
lampedusa gli
dietero quello come
miglior scafista.

della Serie (Sdrammatizzando)
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)

Grande Giancarlo! Un salutissimo.

il 24/09/2022 alle 12:30

A chi? Un salutone gp

il 24/09/2022 alle 15:43

Sir mesi fa' parlai di compostaggio umano ti do' gli ultimi aggiornamenti.Woshngton,Colorado,Vermont e California ,legalizzanoil compostaggio(CONCIME)UMANO.Dal 2027 dicendo che la cremazione in USA e getta,produce 360 mila tonnellate di anitrite carbonica,come dire caro umano non vali un Ca......O.Erano complottisti ,un Salutone Sir e Buonadomenica

il 24/09/2022 alle 19:45

Un Salutone Dani e Buonadomenica

il 24/09/2022 alle 19:45

Caro Gianpaolo mi unisco anche io ai saluti degli amici che mi hanno preceduta. Buona domenica.

il 25/09/2022 alle 12:06

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

L'umanità derelitta ma fasulla
Pubblicata il 22/09/2022
Ho visto cose sui bastioni di Oriolo, che voi umani........

All'I.N.P.S. ho visto contorcersi impostori infermità simulanti,
pe non tradirsi ad andare a cacare riluttanti,
con i culi tappati ad oltranza resistenti,
nel fatto che solo le carte guardano sia Medici che Magistrati, confidanti,

ho ascoltato le rimostranze di Badanti,
se dicenti non smignottanti,
come fondi dalla badata distratte dai Parenti, in tanti,
in ogni pertugio occluse, dalle nari respiranti,
d'esser non consenzienti a viva voce urlanti,
a dir poco recalcitranti alla restituzione dei contanti,

ho visto Donne, Froci, e Negri, ormai eccellenti e dominanti,
dalle proprie Genti sempre più distanti e scostanti,

e, nella fattispecie:

Donne col vocione Comandanti,
fra le cosce il fregno occultanti,
ossia un assurdo, asciutto clitoride, o forse un cazzetto di legno, tra loro somiglianti;

Negri snelli, colti, lindi, ed eleganti,
vecchi blues in playback cantanti,
con postura politicamente corretta deambulanti,
un quid di posticcio trasudanti,
come se la faccia col lucido da scarpe fossero pitturanti,
contro chi piscia per strada, coi Nordici Biondi attroiati e deploranti;

grandi Artisti in tournee, nel cuore della notte urlanti,
dai letti degli Alberghi dal sonno profondo all'improvviso nel buio pesto scattanti,
lì per lì immemori e indecisi d'aver uno stronzo o un caz*zo, in culo, esitanti,
per telefono i Portieri delle Reception interroganti,
secondo luogo comune sempre Laureandi Studenti,
con garbo impossibilitati ad esser del dilemma dirimenti,
oppure: "aspetti, veda se l'U.F.O. entra o esce......", acutamente suggerenti,

ma anche pigliainculo, Generali, piuttosto che Politicanti,
d'esser incaprettati con fermezza pretendenti,
prima d'esser in profondità inculati da Segretari o Attendenti,
ai quali, in deliquio, urlan: "Frocio !!!!!!!!!", e veramente sembran furenti.

Ho visto Miliardari buttare il pane degli altri, e schifare la sorca, strafottenti,
anche se sanno che è peccato, indifferenti,
se anche solo gli si dice "a", Polizia e Carabinieri, ma mai Guardia di Finanza, allertanti.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Tatanka Yotanka uccella sulla panca
Pubblicata il 09/09/2022
Superati i quarantacinque, Toro Seduto,
che mai fu rintontito,
ancor di più s'era scaltrito,
e avendo fatto secco George Armstrong Custer,
preso al laccio come un coniglio gonzo,
s'era pure insuperbito, e fatto stronzo.

Stando quasi sempre assettato,
dalle belle Pellerossa,
o il pisellotto barzotto glie veniva ciucciato,
oppure ce s'impalavano, cor canale sollazzato.

Seppure riverito,
coi giovani guerrieri preferiva evitar ogni attrito,
e il culo glie rodeva,
mentre a lungo rifletteva:

'ce ne fosse uno, in mezzo a 'sta teppa,
che non me sovrasta in quanto a sleppa,
come faccio a mettece 'na toppa?'.

Finché prese per il culo tutta la tribù:

"alle Squaw con l'ascella pezzata,
o comunque non depilata,
l'Uccello Tuono non glie s'appizza più,
che la nerchia sia negata dai Sioux
persino a quella che apre la fica e fa 'cucù!!!',

ma io faccio eccezione,
e pure chi è tutto recchione,
mentre chi è mezzo e mezzo, in equilibrio,
sia additato al pubblico ludibrio,

il Grande Spirito me fece la rivelazione,
essendo io anche Uomo della Medicina,
ovvero in carica Stregone,
che chi cede alla tellina
glie se incancrenisce l'uccellone!!!".

E vedendo che tutti si grattavano i maroni,
abboccando da poveri coglioni,
lui si toccò il breve pisello,
per non fare il gesto scurrile dell'ombrello.

E dentro di se sogghignava:

'che idea brillante e ganza,
così de patonza più me ne avanza,
che s'accontenta de 'sta moscetta lonza',

e aggiunse sornione:

"andate a danzare intorno al fuoco,
finché non stramazzate, insieme a Cavallo c***o,
enorme de patocco, ma de cervello poco.....",

tacendo: 'intanto la moglie la piglio al lazzo,
e, mentre squirta sulla tenda,
me spreme la cappella, finché non esco pazzo,
senza ostentar troppo chi è che se la comanda!!!'.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)

Le Poesie Meno Recenti

il re della foresta
Pubblicata il 29/10/2007
Il leone chiamò a raccolta tutti gli animali
della foresta
in uno spiazzo enorme,
incominciò, ad uno ad uno, a domandare
chi fosse il re della foresta

il cerbiatto : ma tu o sire ,senza dubbio
la zebra : e chi altri ,signore se non tu
lo scimpanzè : tu , sei il più grande ,tu il re

e così con tantissimi altri animali.

Ne vide uno un po’ in disparte , bello grosso
con delle grandi zanne e gli disse:

ehi tu grand’orecchi ,non penserai di cavartela così
avvicinati ,prostati e dimmi : chi è il re della foresta ?

l’elefante si avvicinò e ,avvolgendogli il collo
nella grossa proboscide ,
incominciò a sbatacchiarlo come un tappeto,
poi pieno di bernoccoli e semisvenuto
lo lasciò cadere per terra.

Il leone appena ripresosi lo guardò semistupito
e : scusa che motivo c’era d’arrabbiarsi
potevi dirmelo che non hai capito la domanda.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

quando qualcuno è malato di protagonismo non c'è sbatacchiamento che tenga
hahaha
grazie andrea per la risata notturna

il 30/10/2007 alle 00:29

malgrado tutto non demorde,a volte si dice la cocciuttagine,e da leoni,mi porti allegria andrea ,grazie ,cate

il 30/10/2007 alle 02:10

grazie a te LU,UN CARO SALUTO

il 30/10/2007 alle 07:30

grazie Cate un grandissimo saluto

il 30/10/2007 alle 07:31