Poesie presenti nella categoria: Poesia lineare

Le Poesie Pubblicate Oggi

Stupore (da Dedicatoria)
Pubblicata il 17/01/2019
Mi disse un anemone al vento
che la bellezza è solo negli occhi
di un cuore innamorato.
e si accorse del mio stupore.
per chi vive d’amore, chi di sogni.
chi di fantasia, per quei perché
che non otterranno risposta, per te.
che sei il mio viaggio del cuore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Le Poesie Pubblicate ieri

Germoglio (da Dedicatoria)
Pubblicata il 17/01/2019
Accudirò il rimessiticcio
del virgulto
come il sacerdote la domenica
fa con l’acerra.
poi attenderò che arrivi,
fidente nel tuo indulto
per aver pur solo osato mirarti.
con le mani fatte di terra.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultima Settimana

Ποίησις
Pubblicata il 11/01/2019
Sgocciola il tempo, la clessidra non si ferma mai.
le ore e i giorni, i mesi e gli anni, vite intere
come i grani di sabbia presto cancellati dal vento,
attimi effimeri e fugaci presto dimenticati;
buio e silenzio dopo tanto agitarsi.
terra alla terra.
il brusio degli uomini non giunge agli Dei
più di quanto i passi della formica al bimbo
che ne scompagina le file con lo stecco crudele,
e la memoria dei figli, e dei figli dei figli, svanirà
nell’abisso dei secoli, sotto il sole sempre uguale.
eppure, ci sono attimi forgiati dal pensiero dei mortali,
lapilli di eterna bellezza ascesi in cielo come stelle,
parole, destinate a durare fino alla caduta dei cieli.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Le Poesie Pubblicate Nell'Ultimo Mese

Miriam (da Sedute sui miei righi)
Pubblicata il 05/01/2019
Nella mia anima sei entrata senza
bussare, come la luna
prepotentemente dalle imposte.
come le emozioni forti d’improvviso
sei uscita dalla mia vita come dal tuo
cappotto in morbido velluto a coste.
dai miei righi ti sei sollevata
verso le Nuvole
di cassata dalla veranda
come fumo dal bollilatte.
un acquazzone improvviso annuncia
di nuovo il sereno, anche se resto qui
come un gatto che lecca raggi di luna
nella scodella, pensando siano latte.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)

...morbidamente ermetica...

il 05/01/2019 alle 20:12

morbidamente capace di amare, lei...

il 06/01/2019 alle 10:40

...ma è la tua Poesia che è ermetica, non lei...

il 06/01/2019 alle 17:55

Le Poesie Meno Recenti

BARGA AL RISVEGLIO
Utente eliminato
Pubblicata il 09/05/2002
Il tenero vagito dell'alba
sbriciola carezze
e allestisce con le sue dita fragili
l'anima
di queste case antiche
inginocchiate
alla dolce severità
del Duomo.
S'affaccia
lo sguardo sonnolento
di finestre ancora chiuse
sulla valle
intorpidita di nebbia.
Il bosco alle spalle
è ventata nera, compatta;
invisibili occhi
i casolari nascosti.
La Pania, di fronte,
dal nulla
su bianche creste di spume
si dipinge d'acqua e d'infinito.
Rabbrividisce l'aria
al suono dell'ore sulla torre
che cullò il Poeta
nel "cantuccio d'ombra romita".
Le vie brune,
tra palpebre serrate di mura
e volte complici,
nel faticoso attorcigliarsi
-serpeggiare d'argento,
gioco bizzarro di stigmate-
grondano silenzio
che sa di rumore
nel respiro dei millenni.
La Storia ha cucito
addosso a queste pietre
i suoi cimeli di arte,
di abbagli,
di glorie,
di fasti,
di fede
e di guerre
e di miserie
e di sudore...,
conservati nella galleria
di abbondanti tesori,
pezzi rari,
pezzi unici,
fragranze sospese
in oasi di sogno.
Ma al rimbalzo
dei primi passi
strappati al sonno
ed al primo sferragliare
di una saracinesca
si adagiano nello scrigno
della memoria
gli scenari prestigiosi.
La vita si sveglia:
rapido è il tuffo
sulle cicatrici dell'oggi.
Rimane sospesa l'eco
come refolo di tempi remoti
a far compagnia
agli sguardi intensi, ammirati
ed a far battere
d'emozione
"il gran cuore turistico".
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Molto affascinante e ricca di capacità espressiva e lessicale questa poesia. Complimenti. Massimo

il 10/05/2002 alle 12:11