Benvenuti in PoeticHouse.com

PoeticHouse è la casa dei Poeti e della Poesia, è il Portale d'incontro, l'orizzonte libero destinato alle libere creazioni di ogni singolo Poeta e collezionista di sogni.

Dal vecchio al nuovo PoeticHouse.com

PoeticHouse è...

Poesie pubblicate oggi (24h)
Successiva »
Émile Zola
1,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 30 di Settembre del 2014

Già ... in Italia scoppiano solo menzogne! Bene, Gupy!

il 30/09/2014 alle 10:27
quando la verità
viene sepolta,
cresce,
Continua a leggere...
Poesie pubblicate ieri
Successiva »
Nube
3,0/5 meriti (3 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 28 di Settembre del 2014

Splendida , ciao :-)

il 28/09/2014 alle 21:16

Stupefacente... sei abilissima!

il 29/09/2014 alle 11:03
Vaga una nube bianca nel cielo
leggera e
Continua a leggere...
Poesie pubblicate nell'ultima settimana
Successiva »
Canzona (all'amica ammalata)
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 25 di Settembre del 2014

5 e lode per una poesia straordinariamente IMMENSA! Grazie, Peppe! Sir Morris è in ginocchio!

il 25/09/2014 alle 21:17
E’ na canzona ca nun tene sciato
pecché chi ‘a
Continua a leggere...
Poesie pubblicate nell'ultimo mese
Successiva »
Android - Sistema Umano 2.0
2,7/5 meriti (3 voti), lettura, 10 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 15 di Settembre del 2014

.....sono le 00. 17......confesso di essere un po' stanco....rileggerò domani con più attenzione, amico Andrea, però una cosa te la posso riaffermare: tu sei già una forza cosciente dell' universo....; Andrea, ricordati del Monolito....; un abbraccio, r.

il 16/09/2014 alle 00:21

Forza che ce la fai!

il 16/09/2014 alle 09:09

Vedi Andrea è nel sentire tutto il dolore del mondo, la sua solitudine e la relativa fragilità che rende il poeta quello che è, antenna ricettiva emozionale. Si scrive al computer e si diventa espressione di schermo e tastiera, una lavagna nera su cui scrivere ma ci si dimentica che c'è una mente, un pensiero e un cuore dietro a tutto ciò. Preservare l'unicità diventa fondamentale e dovuto in un mondo omologato a criteri prestabiliti , comportamenti standardizzati dove si impara a tacere pur di non essere ma è nel silenzio, nel taciuto la nostra bandiera bianca, la nostra resa come uomini e come poeti. Noi siamo l'urlo del mondo Andrea e il talento della scrittura se talento c'è, deve essere voce di un uomo che si lacera le carni e il cuore per sentirsi vivo. Non NON siamo morti viventi ma esseri vivi e pensanti e LIBERI sopratutto! Ciao caro!

il 16/09/2014 alle 19:34

grazir orm caro, si mi sento già forza cosciente questo testo paradossalmente da altri non voleva essere una proiezione del mio personale stato d'animo quanto più una riflessione generale sul sentirsi davvero scollegati da quel qualcosa che rende tutti uguali a tutti, l'omologazione nell'uomo alle volte è un bisogno, tuttavia credo che anche nella socialità l'individualità debba essere sottolienata questo intendevo esprimere, grazie ti abbraccio, andrea^^

il 16/09/2014 alle 23:43

speriamo ce la facciano in molti mauri, ciao, andrea

il 16/09/2014 alle 23:44

più concorde col mio pensare non potevi esprimere in altro modo, un abbraccione, andrea, grazie cara rosi

il 16/09/2014 alle 23:45

Condivido perfettamente il tuo modo di espressione e di pensiero. Complimenti!

il 17/09/2014 alle 07:41

Stesura tecnica di un tema all'avanguardia con profonda immedesimazione nel soggetto che parla in prima persona. Testo riuscito. Un saluto Fabio.

il 17/09/2014 alle 19:03

grazie ioria, grazie davvero, ciao, andrea^^

il 18/09/2014 alle 18:34

ti ringrazio caro fabio delle tue parole, all'avanguardia mi lusinga, ma apprezzo , un abbraccio, andrea

il 18/09/2014 alle 18:35
Posso essere un sistema aperto
ciò non
Continua a leggere...
Poesie meno recenti
Successiva »
epitaffio 71(l'alchimista)
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 19 di Febbraio del 2010

mi fa un duplice effetto questa poesia :da un lato tenerezza per il povero alchimista che spende la sua vita alla ricerca della formula "magica" e dall'altra amarezza ,perchè quando poi casualmente scopre la pozione afrodisiaca (riferimento al Viagra ?) la lancia sul mercato senza curarsi di nulla ma solo della sua gloria! e questo fa pensare alle tante volte che ,per desiderio di ricchezza ,vengono immessi sul mercato faramaci che ,anzichè curare ,attentano alla vita di persone inconsapevoli.
Mi piace la tua poesia soprattutto per il tono ironico e amaro.
un saluto eoskarma

il 20/02/2010 alle 08:13

si ottimo commento..grazie michael

il 21/02/2010 alle 02:35
Polvere di sogni
sale e succo di
Continua a leggere...